domenica, 14 Aprile 2024

The Libertines, il ritorno della band inglese: esce il nuovo album “All Quiet on the Eastern Esplanade”

In un atteso ritorno, i Libertines hanno annunciato la loro riunione dopo un'assenza di otto anni, presentando il prossimo album, "All Quiet on the Eastern Esplanade," previsto per l'8 marzo 2024.

Da non perdere

In un atteso ritorno, i Libertines hanno annunciato la loro riunione dopo un’assenza di otto anni, presentando il prossimo album, “All Quiet on the Eastern Esplanade,” previsto per l’8 marzo 2024. L’iconica band inglese indie rock, composta da Pete Doherty, Carl Barât, John Hassall e Gary Powell, sta per lanciare il suo primo album in studio dal 2016 e ha già regalato ai fan un assaggio di ciò che verrà con il singolo principale, “Run, run, run.”

Descrivendo il nuovo singolo, il primo dei singolo estratti, il leader della band e chitarrista Carl Barât ha condiviso: “Questa canzone parla di sentirsi intrappolati e cercare di sfuggire alla propria vita triste, simile a ‘Post Office’ di Bukowski. La cosa peggiore per i Libertines sarebbe rimanere bloccati nella routine del ‘corri, corri, corri,’ cercando costantemente di ancorarsi al passato.”

Il brano farà parte del progetto più ampio, “All Quiet on the Eastern Esplanade,” un’iniziativa nata nel settembre 2022 dalla rinnovata sinergia tra Doherty e Barât, successivamente condivisa con gli altri membri storici della band. “È stato un raro momento di pace e unità con il contributo di tutti i membri della band,” ha raccontato Doherty. Barât ha aggiunto, “Il nostro primo album è nato dall’emozione e dall’incredulità che ci fosse realmente permesso di stare in uno studio. Il secondo è nato dal conflitto, il terzo dalla complessità, mentre questo sembra che fossimo davvero tutti nello stesso posto, alla stessa velocità e davvero connessi.”

Si tratta di un ritorno esuberante per una band nata nel 1997 a Londra, che ha raggiunto il successo nei primi anni 2000 con il loro sound pop e punk. I Libertines hanno vissuto una travagliata esperienza, con le lotte legate alla dipendenza del leader Pete Doherty e alle difficoltà nelle relazioni con l’amico Carl Barât che portarono alla separazione del gruppo nel 2005. Si sono poi riformati nel 2010 e nuovamente nel 2015, con l’uscita dell’album “Anthems for Doomed Youth.”

Riflettendo sul nuovo album, Doherty ha dichiarato: “Mi sento come se avessimo completato un cerchio come band. Finalmente possiamo far sentire a tutti queste canzoni perché ce ne sono di fortissime. Ci saranno altri dischi dei Libertines? Lo spero!”

Intitolato “All Quiet on the Eastern Esplanade,” unendo un accenno all’indirizzo del loro hotel all’amore per il famoso romanzo contro la guerra di Erich Maria Remarque, il disco è composto da undici tracce scritte dalla band. È stato prodotto dal nominato ai Grammy Dimitri Tikovoï, registrato in sole quattro settimane ai The Albion Rooms di Margate e rifinito agli La Ferme de Gestein Studios in Normandia con la produzione aggiuntiva e il mix di Dan Grech-Marguerat, già collaboratore di artisti come Lana Del Rey, Liam Gallagher e Paul McCartney.

Mentre si avvicina la data di uscita, i fan attendono con trepidazione il ritorno dei Libertines, anticipando una combinazione del loro suono caratteristico e della creatività appena scoperta in “All Quiet on the Eastern Esplanade.”

Ultime notizie