giovedì, 30 Maggio 2024

Cordio, “Canzone del settimo piano” ft Mille

Già inserita in Cose che si dicono, l’album uscito il 7 Ottobre 2022, CANZONE DEL SETTIMO PIANO, ora si arricchisce con la presenza di Mille.

Da non perdere

Mille è una cantautrice e musicista. Ironica e istrionica scrive di sentimenti, di donne, di libertà, le sue canzoni sono polaroid che creano ponti per fuggire dalle ansie quotidiane. Indie a suo modo, pop a suo modo si sta facendo conoscere dal grande pubblico. È infatti tra i vincitori di Musicultura 2021 e, nel 2022, dell’1mnext suonando al “concertone” del Primo Maggio in piazza San Giovanni a Roma. Mille è la direttrice creativa delle sue foto e dei suoi video, è illustratrice e disegna le copertine dei suoi primi singoli. Sta lavorando al suo merchandising, una collezione di foulard e di tarocchi.

Cordio è un giovane cantautore nato a Catania, che della sua terra porta in musica il calore, sia malinconico che scanzonato; come Mille scrive, arrangia e canta le sue canzoni. Decine e decine di palchi per presentare la propria musica, in versione intima o con la sua colorata band; attraverso concerti o aperture di prestigio (come per Ermal Meta e Simone Cristicchi).

Due album all’attivo: “Ritratti Post Diploma” e “Cose che si dicono” realizzato con musicisti che da tutto il mondo hanno dato il loro contributo artistico: Jose Juvinao, Daniel Uribe, Ryan Svendsen, Uriel Herrera e le Las Migas.

Vista dal settimo piano di un quartiere residenziale, Milano sembra davvero una città più normale: i bambini si rincorrono nei cortili, i gatti parlano, il suono delle stoviglie riverbera tra le case. Questa canzone è il tentativo di imprimere questa sensazione, in un’atmosfera retrò che omaggia il mondo della musica italiana degli anni sessanta.

Ho chiesto a Mille di cantare con me questa canzone per diversi motivi, un po’ perchè sono suo fan, e amo la sua vocalità pungente e lieve allo stesso tempo, un po’ perchè la canzone si presta proprio a un duetto, e un po’ perchè avevo bisogno di condivisione. Abbiamo registrato questa canzone “all’antica”, nel senso che è stato fatto tutto in un paio di giorni, suonando molto ad istinto; c’è molta spontaneità e spero che questo arrivi come un valore aggiunto a chi la ascolterà”.

Ultime notizie