giovedì, 29 Febbraio 2024

Cina, disperso il fondatore di China Renaissance: Bao Fan scomparso da dieci giorni

Bao Fan è visto come un titano nell'industria tecnologica cinese, avendo lavorato in molti dei settori che hanno plasmato la sua economia di consumo online. 

Da non perdere

È il 17 febbraio quando la banca d’investimenti China Renaissance comunica di aver perso i contatti con il suo fondatore e amministratore delegato Bao Fan.

Chi è Bao Fan

Bao Fan ha avviato l’azienda nel 2005 come un team di due persone, cercando di abbinare start-up affamate di capitale con venture capitalist e investitori di private equity. Successivamente l’azienda si è espansa in servizi tra cui sottoscrizione, vendita e negoziazione. Ha fondato China Renaissance nel 2005 dopo una carriera bancaria presso Morgan Stanley e Credit Suisse.

La sua azienda era alla base di accordi storici, tra cui l’investimento strategico di Tencent in JD.com e le fusioni di potenti giocatori di taxi Didi e Kuaidi, siti pubblicitari come: 58.com e Ganji, oltre che i giganti della consegna di cibo Meituan e Dianping. China Renaissance ha anche assistito le offerte pubbliche iniziali dei siti di e-commerce JD.com e Kuashou, nonché la quotazione di Didi alla Borsa di New York nel 2021.

La scomparsa di Bao Fan

Bao è una figura importante nell’industria tecnologica cinese e ha svolto un ruolo chiave nell’emergere di una serie di grandi startup Internet nazionali. In seguito alla sua scomparsa l’indice Nasdaq Golden Dragon China è sceso del 16% rispetto a Gennaio, si sta avvicinando progressivamente a un “mercato ribassista”, con una perdita di valore sul mercato di $ 190 miliardi.

Alibaba Group Holding Ltd. ha guidato il calo, anche dopo che l’azienda ha riportato profitti trimestrali migliori del previsto. Le perdite riflettono la più ampia cautela che circonda gli asset cinesi, mentre le preoccupazioni di lunga data tornano in primo piano dopo un rally alimentato dall’inversione dei severi freni posti dal Covid.

I rischi normativi sono riemersi in seguito alla scomparsa di un commerciante tecnologico di alto profilo. Inoltre, l’abbattimento di un presunto pallone spia ha peggiorato le tensioni USA-Cina.

Bao Fan non è l’unico imprenditore scomparso

La scomparsa del signor Bao, uno dei principali investitori tecnologici cinesi, ha nuovamente evocato una storia di dirigenti cinesi che improvvisamente svaniscono per periodi di tempo senza alcuna spiegazione. La scomparsa del famoso commerciante è l’ultimo di una serie di casi di dirigenti cinesi di alto profilo scomparsi con poche spiegazioni durante una vasta campagna anticorruzione guidata dal presidente Xi Jinping.

Solo nel 2015, almeno cinque dirigenti sono diventati irraggiungibili senza preavviso alle loro società, incluso il presidente del gruppo Fosun Guo Guangchang, definito il Warren Buffet della Cina.

Almeno una mezza dozzina di miliardari negli ultimi anni sono scomparsi per periodi dopo aver riferito di scontri con il Partito Comunista, secondo la rivista Forbes. In diversi casi sono stati sospettati di essere invischiati in indagini su corruzione, tasse o altri comportamenti illeciti.

Anche l’uomo d’affari cino-canadese Xiao Jianhua è stato arrestato nel 2017. Era stato una delle persone più ricche della Cina e lo scorso anno è stato incarcerato per corruzione.

Alla fine del 2020, anche il fondatore di Alibaba, Jack Ma, è scomparso dalla vista del pubblico per tre mesi, dopo aver espresso commenti critici nei confronti delle autorità di regolamentazione del mercato. Avrebbe dovuto elencare pubblicamente la sua società di pagamenti digitali Ant Financial, il che molto probabilmente lo avrebbe reso l’uomo più ricco della Cina.

Bao Fan è visto come un titano nell’industria tecnologica cinese, avendo lavorato in molti dei settori che hanno plasmato la sua economia di consumo online. 

Ultime notizie