martedì, 21 Maggio 2024

Rimini, scoperta discarica di rifiuti pericolosi: sequestrati siti illeciti

Guardia di Finanza di Rimini, sequestrati due terreni nei quali sono stati rinvenuti rifiuti pericolosi.

Da non perdere

Individuati dai finanzieri della Stazione Navale di Rimini due distinte aree utilizzate come deposito incontrollato di rifiuti.

Amianto Eternit

 

L’attività investigativa della Guardia di Finanza ha consentito di accertare che una delle aree era utilizzata abusivamente come deposito di rifiuti, tra cui amianto. L’area in questione era utilizzata da parte di una società operante nel settore edile. Un secondo terreno veniva utilizzato da un’impresa operante nel settore della vendita al dettaglio di materiali e prodotti non alimentari, veniva utilizzato impropriamente per lo stoccaggio con messa in riserva. Al termine dell’indagine info-investigativa avvenuta tramite l’ausilio di sistemi informatici, sopralluoghi mirati ed approfondimenti tecnici, i finanzieri hanno sottoposto a sequestro giudiziario entrambi i terreni per un totale di oltre 2.000 mq. e una grande quantità di rifiuti stimati in circa 60mila kg. Tra questi 3.700 kg di pannelli prefabbricati contenenti amianto in cattivo stato di conservazione, 26mila kg di rifiuti elettrici ed elettronici e 400 kg di accumulatori al piombo esausti.

Sono già state avviate le procedure per la bonifica dei terreni inquinati.  Eccellente il ruolo svolto della Guardia di Finanza, cui è affidata la funzione concorsuale nelle attività di prevenzione e repressione degli illeciti ambientali, in questo periodo storico più che mai di fondamentale importanza.

Ultime notizie