mercoledì, 17 Aprile 2024

Roma, ragazza tenta suicidio nel Tevere: intervento miracoloso della Polizia

I poliziotti, dopo la segnalazione di una ragazza seduta sul ponte presumibilmente con l'intento di gettarsi nel Tevere, sono riusciti a parlare e a salvarla. Uno dei dei agenti l'ha afferrata alle spalle per portarla al sicuro.

Da non perdere

Una ragazza è stata salvata da un tentativo di suicidio grazie al provvidenziale intervento di una pattuglia della Polizia. È quanto accaduto questa notte, 20 dicembre, a Roma. La ragazza si trovava sul ponte Vittorio Emanuele presumibilmente con l’intento di buttarsi nel Tevere.

La vicenda

Erano da poco passate le 2 di notte quando una pattuglia della Polizia ha ricevuto dalla sala operativa la segnalazione di una ragazza seduta sulla balaustra di marmo di ponte Vittorio Emanuele, con le gambe nel vuoto. I poliziotti del commissariato Borgo, giunti immediatamente sul posto, si sono avvicinati alla ragazza con discrezione fino a vedere le lacrime rigare il suo volto. Uno dei due agenti ha cercato di instaurare un dialogo con la giovane che, dopo un attimo di diffidenza, si è aperta al poliziotto parlandogli dei motivi che l’avevano spinta su quel ponte. Mentre parlava non si è accorta che l’altro agente gli era arrivato alle spalle: si è sentita solo afferrare ed in pochi istanti era al sicuro prima sul ponte, poi sull’ambulanza che l’ha portata in ospedale.

Ultime notizie