domenica, 26 Maggio 2024

Pank! 1977-2022, poster e disegni di Cristiano Rea: a cura di Federico Guglielmi con prefazione di Zerocalcare

Per celebrare i quasi cinquanta anni di lavoro e contestazione di Cristiano Rea arriva nelle librerie un tributo dedicato alle sue opere e alla sua vita all'insegna dell'indipendenza artistica.

Da non perdere

Per celebrare i quasi cinquanta anni di lavoro e contestazione di Cristiano Rea arriva nelle librerie un tributo dedicato alle sue opere e alla sua vita all’insegna dell’indipendenza artistica.
 
‘Pank! 1977-2022. Poster e disegni di Cristiano Rea’, a cura di Federico Guglielmi, con prefazione di Zerocalcare, disponibile per Goodfellas Edizioni, collana Spittle, dal 26 Gennaio 2023.
 
Cristiano Rea si è avvicinato al disegno nella seconda metà degli anni ’70, ma il suo nome si è affermato nel circuito underground romano all’inizio del decennio seguente, quando si è occupato della realizzazione dei volantini del leggendario Uonna Club. Come illustratore e grafico ha collaborato con leggendarie riviste, artisti musicali e centri sociali, e ispirato generazioni di giovani talenti, tra cui Zerocalcare, che ha firmato l’appassionata prefazione di questa antologia che ripercorre la vita e la carriera di Cristiano Rea.
Dalla prefazione di Zerocalcare: “Iniziavo i primi lavori di grafica, qualcuno mi chiedeva di impaginare i miei disegni, di aggiungerci uno slogan e una data. Io guardavo quei lavori e provavo a copiarli. E pensavo: io, con la grafica, vorrei sapere fare questo… Quel nome che compariva nei libri, Cristiano Rea, suonava incredibilmente simile alla sigla con cui erano firmati i lavori di grafica che vedevo appesi sui muri di Roma: Crea… Cristiano Rea, un nome che per me stava tra i giganti della grafica mondiale… Mi sembrava incredibile che una persona che aveva contribuito in maniera così fondamentale all’immaginario di più d’una generazione, i cui lavori avevano plasmato lo stile e l’estetica di sottoculture e movimenti politici, non fosse celebrato come quegli altri artisti che ormai campavano di rendita. Che poi per me Cristiano Rea era meglio di loro… grazie a questo libro oggi almeno l’universo ha un pochino di senso in più per me. Sempre troppo poco, ma vabbé. Un passo alla volta.”

Ultime notizie