lunedì, 20 Marzo 2023

A 14 anni scopre di essere figlia di un ricco imprenditore deceduto, la famiglia del padre nega tutto: spunta un test del dna

Nata da una relazione extraconiugale mai venuta a galla, l'imprenditore è deceduto 3 anni fa portando con sé la sua verità. A sostegno della sua tesi la madre parla di un test del dna fatto quando ancora era incinta della figlia che oggi ha 14 anni.

Da non perdere

Una storia tenuta segreta per più di dieci anni e arrivata alla ribalta solo dopo la morte del padre naturale: è così che una ragazzina di 14 anni ha scoperto di essere la figlia ereditiera di un imprenditore deceduto circa tre anni fa. Nata da una storia extraconiugale, la 14enne non era mai stata informata su quali fossero i suoi veri natali, neanche dalla madre che aveva preferito non far trapelare mai la verità per evitare qualsiasi vicenda giudiziaria. Oggi, invece, la donna, che avrebbe avuto un accordo segreto con il ricco imprenditore, è pronta a portare la storia in tribunale e a far valere il test del dna quando ancora era incinta della figlia. La 14enne avrebbe così accesso ai lasciti del padre biologico. Una vicenda che ha dell’incredibile e di cui la famiglia del defunto si dice all’oscuro.

La storia tra la donna e l’imprenditore sarebbe nata proprio nell’azienda di famiglia, dove la stessa lavorava come segretaria. La relazione sarebbe andata avanti per qualche anno in segreto in quanto l’uomo era già sposato con due figli. Nel 2008 è nata la bambina che l’uomo avrebbe sempre riconosciuto come sua figlia, anche se non legalmente. Alla famiglia, tra le altre cose, ha sempre passato una cifra mensile per il sostentamento della ragazza. Gli avvocati che rappresentano la 14enne e sue madre, Antonino Castorina e Giuseppe Idà sottolineano come l’imprenditore oltre a tale gesto, avrebbe sempre frequentato la casa della figlia, presente nei sui momenti importanti pur senza rivelare la verità. Questa per i legali è una delle prove che sostengono la testi della paternità dell’imprenditore, oltre naturalmente al test del dna. I familiari dell’imprenditore ormai deceduto però contestano la veridicità della storia e negano il legame di questi con la ragazza.

L’uomo non avrebbe mai fatto trapelare una sola informazione sulla questione quando era in vita. La madre della ragazza, dal canto suo, non sarebbe mai uscita allo scoperto per evitare dispiaceri alla figlia. Dopo il decesso dell’imprenditore, la madre della 14enne avrebbe raccontato tutto alla figlia, venuta a conoscenza delle difficoltà che il compagno della madre aveva incontrato per l’adottarla. Tutte le complicazioni incontrate hanno portato la donna a svelare il segreto. Per permettere alla 14enne di entrare nell’asse ereditario si dovrà prima revocare la potestà genitoriale di colui che attualmente risulta il padre della ragazza e poi si procederà allo stabilire il rapporto di parentela con il defunto e presunto padre biologico. Un iter non facile che avrà un lungo e doloroso processo diventato purtroppo indispensabile per accertare finalmente i fatti.

Ultime notizie