domenica, 21 Aprile 2024

Il Megawatt di Milano sarà demolito, al suo posto ci sarà una complesso residenziale da oltre cento appartamenti

L'ex deposito industriale, diventato un padiglione di riferimento per eventi e spettacoli a Milano, sarà sostituito da una zona residenziale da più di cento appartamenti. Ad occuparsi del progetto sarà l'architetto Paolo Asti, dello studio Asti architetti.

Da non perdere

Il Megawatt di Milano diventerà un complesso residenziale da oltre cento appartamenti, progettato dallo studio Asti architetti. Si tratta dell’ex mega-deposito industriale da 9mila mq in via Watt, trasformato nel 2016 in un padiglione multifunzionale che ha ospitato fiere, eventi e spettacoli del capoluogo lombardo. Non sono mancate sfilate di grandi firme, come Versace, Burberry, Etro; produzioni tv, da “Top Chef” a Roberto Bolle; eventi importanti come il Gran galà del calcio; convention politiche e aziendali, tra cui Luxottica, Eon e Lamborghini.

Mariantonia Menada, esponente di “Milano space makers”, la società specializzata nella trasformazione di spazi industriali in location per eventi che si è occupata del progetto di Megawatt, ha affermato: “È stato un successo oltre le aspettative, progettare spazi per realtà così diverse tra loro, ci ha reso un polo vitale della città”. Nonostante la collocazione non ben collegata alla rete trasporti, Menada era consapevole delle potenzialità di questo spazio e della mancanza in città di un luogo del genere; dopo la fase Covid erano pronti per una nuova stagione di rilancio del Megawatt ma poi gli investitori Savills e Redbrick hanno affidato il progetto a Paolo Asti. Quest’ultimo ha dichiarato: “Siamo in un quartiere dal grande potenziale, simbolico della capacità di Milano di essere policentrica, con cambiamenti velocissimi a cui i cittadini si adattano rapidamente. Il passaggio da industrie a case crea una particolare energia. Qui si cercano alternative all’abitare tradizionale del centro con spazi proiettati tutti verso l’esterno”.

Ultime notizie