martedì, 27 Settembre 2022

Rimini, esce dalla finestra di casa e rientra dalla porta della Questura: ragazzo arrestato due volte in poche ore

A seguito di una lite per un apprezzamento non dovuto alla sua ragazza, un giovane di origini albanese è stato arrestato dalla Polizia a Rimini, ieri 7 settembre, per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Per il ragazzo sono stati disposti gli arresti domiciliari, che ha ignorato uscendo di casa poco l'arresto, salvo essere fermato nuovamente dalla Polizia e trattenuto in questura.

Da non perdere

Nella serata di ieri, 7 settembre, a Rimini, la Polizia ha arrestato un ragazzo di origine albanese per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato ed evasione. Verso le 21:20 di ieri, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine della Questura emiliana sono intervenuti in Piazza Cesare Battisti per sedare una lite tra due persone, in quanto la ragazza di uno dei due era stata importunata verbalmente. Il fidanzato della giovane è apparso da subito molto agitato sia nei confronti del suo “avversario” sia in quelli degli agenti che hanno faticato per bloccarlo, visto che opponeva resistenza colpendoli con delle gomitate.

Dopo essere riusciti a fermarlo, i poliziotti lo hanno accompagnato in Questura per svolgere tutti gli accertamenti di rito, e il ragazzo ha danneggiato l’auto di servizio durante il tragitto; Visto le accuse a suo carico, per il giovane sono stati disposti gli arresti domiciliari a Bellaria, nella provincia riminese, in attesa del rito direttissimo previsto nella giornata di oggi 8 settembre. Incurante dei domiciliari, verso le 4:00 di questa mattina il ragazzo è stato fermato per strada, a diversi chilometri dalla sua abitazione, da una pattuglia durante un giro di controllo, e dopo averlo riconosciuto gli agenti lo hanno arrestato nuovamente e portato in questura, dove è attualmente trattenuto, in attesa del processo, per aver violato i domiciliari.

Ultime notizie