venerdì, 12 Agosto 2022

Roma, si arrampica fino al terzo piano per molestare due studentesse: turista ubriaco scivola e si rompe la gamba

Il 4 aprile le due studentesse americane hanno raccontato alla Polizia di esser state inseguite da un uomo ubriaco che ha tentato di abbordarle. Il turco si è aggrappato alla fioriera del primo piano per poi provare ad arrampicarsi fino alla finestra del terzo piano. Dopo aver accertato la vicenda è stato denunciato per molestie.

Da non perdere

Cerca di abbordare due ragazze di 20 anni, le insegue e poi si arrampica fino alla finestra del terzo piano del loro appartamento per molestarle. Questa la vicenda di cui si è reso protagonista un turista turco di 40 anni in vacanza a Roma, lo scorso 3 aprile. La Polizia ha ritrovato l’uomo per terra alle 5 del mattino del 4 aprile, riverso in una pozza di sangue vicino a un palazzo in via di San Francesco a Ripa, nella famosa zona di Trastevere. L’uomo è stato trasferito d’urgenza all’ospedale San Camillo e ricoverato per la frattura della tibia e del perone della gamba destra. Gli investigatori dopo aver accertato la dinamica dei fatti hanno denunciato l’uomo per molestie.

La vicenda

Gli agenti pensavano che il 58enne fosse stato vittima di un’aggressione, ma invece la storia è andata in modo completamente diverso. Il 4 aprile le due studentesse americane hanno raccontato alla Polizia di esser state inseguite da un uomo in stato d’ebrezza la sera prima, il 3 aprile, che ha tentato di avvicinarle. Le ragazze riescono a scappare e trovare rifugio in casa, mentre il 58enne afferra una delle due per un braccio e cerca di varcare la soglia del palazzo. A quel punto, il turco non si è arreso e si è aggrappato alla fioriera del primo piano per poi provare ad arrampicarsi fino alla finestra del terzo piano. La scalata per arrivare alle giovanissime si è però risolta in un buco nell’acqua e una gamba rotta per il turista, scivolato e volato per tre metri con tanto di schianto sulla strada.

L’uomo, dopo esser stato soccorso e portato in ospedale, ha dichiarato agli agenti del commissariato di Trastevere, che era ubriaco e che era caduto da solo a causa del poco equilibrio. La versione non ha mai convinto gli investigatori, che hanno notato sul luogo dell’incidente una foriera fuori posto proprio dove l’uomo era stato trovato sanguinante. La vicenda è stata ricostruita grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza puntate sulla strada. Tuttavia, la versione raccontata dalle ragazze pare sia differente da quella accertata dagli investigatori.

Ultime notizie