lunedì, 4 Luglio 2022

Calciomercato, l’Inter corteggia Dybala. Origi è il primo colpo del Milan. La Juventus sogna Pogba

Terminato il campionato riparte il calciomercato: tra l'Inter e Dybala c'è gradimento ma occhio alla tentazione Lukaku. Il Milan prende Origi e lavora per blindare Leao; Pogba e Di Maria i nomi in orbita Juve. Il Napoli riscatta Anguissa e ufficializza Oliveira.

Da non perdere

Il campionato di serie A, vinto per la 19esima volta dal Milan, è terminato da pochi giorni ma è già tempo di pensare al calciomercato. I club stanno mettendo a punto le strategie per rinforzare il loro organico ed essere sempre più competitivi su più fronti nell’arco dell’intera stagione.

Dopo la vittoria dello scudetto, sono stati i rossoneri a mettere a segno il primo colpo di mercato. Maldini e Massara hanno convinto Divock Origi a vestire la maglia del Milan resistendo alla tentazione Villareal; l’attaccante del Liverpool, che arriva a parametro zero, andrà a ringiovanire un reparto offensivo che vede la presenza di due “vecchietti” come Giroud e Ibrahimovic, intenzionato a proseguire la sua avventura con la maglia del diavolo. Il belga si unirà alla squadra dopo la finale di Champions che i Reds disputeranno contro il Real Madrid. La dirigenza rossonera dovrà essere brava a blindare Leao proprio dall’offensiva dei Blancos, determinati a sferrare un colpo importante dopo aver incassato il no di Mbappè, ed a sostituire degnamente lo svincolato Kessiè: il nome che circola è quello di Renato Sanches del Lille. La chiave potrebbe essere il passaggio di proprietà al fondo americano RedBird.

Il secondo posto in campionato, invece, non va giù all’Inter che punta seriamente a rinforzarsi per tornare subito al vertice. Il nome che scalda il popolo nerazzurro è quello di Paulo Dybala, talento argentino che cerca squadra dopo la decisione di non rinnovare il contratto con la Juventus. Tra la Joya e l’Inter c’è un gradimento reciproco e Marotta avrebbe già formalizzato la sua proposta: contratto triennale da 6 milioni più uno di bonus; si attende solo la risposta dell’argentino così come quella di Perisic che al termine di questa settimana dovrà decidere se proseguire la sua avventura in nerazzurro, accettando il rinnovo a 5 milioni più bonus per i prossimi due anni, o cercare fortuna altrove, probabilmente in Premier League. Intanto sembra cosa fatta il passaggio di Mkhitaryan dalla Roma alla corte di Inzaghi dove sarà una valida alternativa al trio di centrocampo: per l’armeno è pronto un contratto biennale a 3,5 milioni l’anno. Marotta e Ausilio seguono anche Bremer, difensore roccioso del Torino, e Asslani, giovane play dell’Empoli, e si preparano a salutare Vidal, Vecino e Sanchez nella speranza di non dover sacrificare altri big in nome della sostenibilità economica del club. Continua, invece, il pressing di Lukaku che vorrebbe tornare in nerazzurro anche a costo di ridursi l’ingaggio e avrebbe chiesto al suo agente di fissare un incontro con la dirigenza; l’operazione però resta difficile perché l’Inter potrebbe riprendere il giocatore solo in prestito.

Non resta a guardare la Juventus che, dopo essersi aggiudicata Vlahovic nel mercato di gennaio, punta a migliorare la qualità della rosa per riscattare una stagione più che deludente. A centrocampo prende sempre più piede l’ipotesi del ritorno a parametro zero di Pogba; il centrocampista francese considera chiusa la sua avventura al Manchester United e vorrebbe tornare in bianconero dove conosce già l’ambiente e l’allenatore. Non è stato trovato alcun accordo con l’Atletico Madrid per il riscatto di Alvaro Morata e per questo si parla di Muriel come alternativa in attacco. I dirigenti bianconeri pensano anche a Di Maria, nome che fa gola ai tifosi e che permetterebbe di colmare il vuoto lasciato da Dybala, e stanno attenti alla situazione Perisic in casa Inter. Inoltre ci sarà da rinforzare la difesa, rimasta orfana di Chiellini, e i primi nomi sul taccuino dei dirigenti sono quelli di Acerbi e Koulibaly.

Movimenti importanti anche in casa Napoli. Il club partenopeo ha ufficialmente riscattato Anguissa dal Fulham per 15 milioni di euro, centrocampista fondamentale negli schemi di Spalletti, e ha regalato al tecnico toscano il terzino sinistro che mancava: Mathias Oliveira, classe 1997, preso dal Getafe in prestito con obbligo di riscatto nel 2023 per 10 milioni di euro. C’è indecisione riguardo al futuro di Mertens, che alla fine dovrebbe rinnovare come annunciato dal presidente De Laurentiis, e di Koulibaly mentre sarà il georgiano Khvicha Kvaratskhelia l’erede di Lorenzo Insigne, partito in direzione Toronto.

Ultime notizie