mercoledì, 18 Maggio 2022

Da 135 chili a 60, Eleonora: “A 21 anni ho reimparato a mangiare. L’intervento mi ha cambiato la vita”

Il cibo era un nemico-amico, una passione ed un rifugio e i disturbi alimentari dei compagni maligni di vecchia data fino alla rimozione dell'80% dello stomaco. Ora si guarda allo specchio, si riconosce e si ama.

Da non perdere

“Conosci la sensazione di entrare in un negozio e sentirti libera di acquistare qualsiasi capo tu voglia? O quella di guardarti allo specchio e non riconoscerti in un corpo che è il tuo?” Questo è il racconto di Eleonora, che, quando le diete e l’allenamento non servivano e bastavano più, ha deciso di cambiare la sua vita grazie ad un intervento di chirurgia bariatrica.

Eleonora è una meravigliosa ragazza di 22 anni che vive a Milano e all’inizio di questa storia pesa 135 chili. Il cibo era un nemico-amico, una passione ed un rifugio e i disturbi alimentari dei compagni maligni di vecchia data. Nell’agosto del 2020 si è sottoposta ad un intervento chiamato Sleeve Gastrectomy che consiste nella rimozione dell’80% dello stomaco attraverso una saturatrice meccanica, riducendo quindi la sua capacità e facendo così raggiungere prima la sensazione di sazietà. Un intervento durato due ore ed effettuato in laparoscopia: cinque buchi nella pancia ed una piccola telecamera per incidere e poi ricucire l’organo con 21 punti. Il pre e post operatorio non sono stati percorsi facili, all’inizio è preparatorio, dopo è rivoluzionario.

“Una volta considerata paziente idonea, prima di sottopormi all’operazione ho affrontato un percorso di supporto e sono stata seguita da uno psicologo, un nutrizionista, e infine dal chirurgo che ha poi effettuato il mio intervento. Ad inizio agosto 2020 è arrivata la chiamata e il 25 sono stata operata. Nonostante non sia un intervento che sconsigliano in giovane età, sono di più le persone adulte che vi si sottopongono, io però non volevo aspettare”. Due giorni di ricovero post operatorio e poi è tornata a casa, pronta ad approcciarsi e sposare uno stile di vita nuovo. Dalla dieta liquida, è passata a quella semi liquida per poi tornare a quella solida. E non è cambiato solo l’appetito, è cambiato il regime alimentare e le sue abitudini. “Ho reimparato a mangiare, però in una maniera nuova, e ho anche dimenticato cose per tutti normali come bere e mangiare contemporaneamente o consumare bevande gasate, fino a rendermi conto di quanto sia ora difficile apprezzare determinati cibi che prima adoravo”.

Settantacinque chili persi dopo, ha ottenuto una vita nuova, fatta anche di attenzione, sacrifici ed un regime alimentare sì, perché per quanto irreversibile sia l’intervento, lo stomaco potrebbe ridilatarsi con un’alimentazione scorretta ma ha riacquistato sicurezza e amor proprio, determinazione e autostima. “Ora sono felice di cucinare e mangiare sano, come di allenarmi e concedermi pasti liberi e apprezzare il buon cibo, entrare nei negozi ed indossare qualsiasi cosa io voglia, ma soprattutto guardarmi allo specchio, riconoscermi e amarmi. Il prossimo passo è l’intervento di rimozione della pelle in eccesso”. Eleonora oggi pesa 63 chili e la scelta che ha preso è stata sua e per se stessa soltanto. Migliorarsi ed amarsi è un impegno quotidiano, non c’è una taglia giusta o sbagliata, è importante solo come ti senti dentro e come ti vedi guardandoti allo specchio.

Ultime notizie