domenica, 23 Gennaio 2022

Covid Italia, dalla quarantena al Green Pass: l’accordo in Cts

Accordo raggiunto nel Comitato tecnico scientifico. Cosa cambia, dalla durata della quarantena per i soggetti vaccinati, alle nuove regole su Green Pass e mascherine.

Da non perdere

È arrivato l’ok del Consiglio dei ministri sul nuovo decreto che riguarda l’estensione dell’uso del Green pass e la riduzione della quarantena, dopo la discussione nella riunione del Comitato tecnico scientifico e, successivamente, della cabina di regia Covid, prima di passare al Consiglio dei Ministri.

Il Cdm ha approvato l’estensione del Super Green pass a tipologie di attività attualmente non contemplate dalla normativa. Infatti, a partire dal 10 gennaio sarà obbligatorio esserne in possesso per: trasporti a lunga percorrenza; fiere e congressi; impianti sci; alberghi; feste (cerimonie civili o religiose, come i matrimoni). E ancora, sarà obbligatorio nei servizi di  ristorazione anche all’aperto; piscine e centri natatori, sport di squadra e centri benessere; centro culturali, centro sociali e ricreativi.

Il super green pass afforzato sarà necessario per poter usufruire dei mezzi di trasporto pubblici anche locali o regionali. Per quanto riguarda la quarantena, sono state approvate tre categorie di quarantena:

  • la prima include le persone con terza dose o con vaccinazione completa da meno di 120 giorni (4 mesi), le quali hanno avuto un contatto stretto con un positivo ma non hanno sintomi. In questi casi, non è più prevista la quarantena ma una forma di autosorveglianza. Inoltre, saranno obbligati ad indossare mascherine Ffp2 fino al decimo giorno successivo all’esposizione al caso. Al quinto giorno dal contatto con il caso positivo Covid-19, dovranno effettuare un tampone con esito negativo.
  • Le persone in possesso del Green Pass rafforzato da oltre 120 giorni (4 mesi), dovranno mettersi in quarantena per 5 giorni, rispetto ai 7 ora in vigore, ed effettuare un tampone con esito negativo al termine del periodo.
  • Per i non vaccinati, valgono le regole in vigore fino ad ora, ossia, quarantena di 10 giorni.

Le mascherine Ffp2 saranno obbligatorie sui mezzi di trasporto pubblico, nei cinema, teatri, musei, stadi, palestre e altri luoghi al chiuso. Per questo motivo, il Consiglio dei ministri fa sapere che il prezzo delle mascherine Ffp2 sarà calmierato. Negli stadi, la capienza potrà essere al massimo del 50% per gli impianti sportivi all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso. Dopo l’approvazione di questo primo blocco di misure, il Consiglio dei ministri prevede un prossimo Cdm, probabilmente nei primi giorni di gennaio, allo scopo di adottare ulteriori misure per fermare l’aumento dei contagi.

 

Ultime notizie