sabato, 22 Gennaio 2022

Variante Omicron, due dosi Pfizer/BioNTech non bastano

Tuttavia, c'è da segnalare che l'attività neutralizzante per Omicron aumenta invece oltre 100 volte dopo la dose di richiamo. Quindi, la dose booster ripristina "una potente attività neutralizzante".

Da non perdere

Da uno studio condotto dall’università di Colonia con altri atenei tedeschi, e pubblicato su ‘Nature Medicine’, sembrerebbe che dopo 2 dosi di vaccino Pfizer/BioNTech, “l’attività neutralizzante contro il virus originario era diminuita di 4 volte nel periodo di 5 mesi (da 546 a 139) ed è fortemente aumentata con il richiamo. Contro Omicron solo il 30-37% dei campioni mostrava una neutralizzazione rilevabile”. Tuttavia, c’è da segnalare che l’attività neutralizzante per Omicron aumenta invece oltre 100 volte dopo la dose di richiamo. Quindi, la dose booster ripristina “una potente attività neutralizzante”. Dallo stesso studio, è emerso anche che la nuova variante mostra una significativa “resistenza a diversi anticorpi monoclonali in uso a livello clinico”.

Ultime notizie