martedì, 25 Gennaio 2022

Champions League, serata deludente per le italiane: Milan e Inter cadono contro Liverpool e Real Madrid

Serviva una vittoria al Milan per qualificarsi agli ottavi di finale ma a San Siro i rossoneri si fanno rimontare 2 a 1 dal Liverpool. I nerazzurri, invece, in dieci uomini, falliscono la possibilità di conquistare il primo posto nel girone perdendo 2 a 0 a Madrid.

Da non perdere

È una notte di Champions, l’ultima della fase a gironi, deludente per Milan ed Inter rispettivamente impegnate contro Liverpool e Real Madrid. Infatti entrambe le milanesi hanno subito una sconfitta, indolore per i nerazzurri già qualificati, pesante per i rossoneri che abbandonano la competizione.

Non riesce l’impresa al Milan che aveva bisogno di una vittoria per sperare nel passaggio del turno ma perde con il Liverpool che a San Siro si impone per 2 a 1 in rimonta. Partono forte i padroni di casa, con determinazione e grinta, fondamentali per cercare di battere la squadra inglese, e sbloccano il risultato alla mezz’ora: calcio d’angolo, Romagnoli devia la palla sul primo palo, Alisson respinge proprio sui piedi di Tomori che da due passi non può sbagliare. Ma i reds, nonostante una formazione rimaneggiata e piena di giovani, non ci stanno e trovano il pareggio al 36′ minuto con il solito Salah: Oxlade-Chamberlain prova il tiro dalla distanza, Maignan respinge ma è il calciatore egiziano il più lesto ad arrivare sulla palla e ribadire in rete. Ad inizio ripresa gli uomini di Klopp concretizzano la rimonta: errore in uscita della difesa rossonera, ne approfitta Manè che ruba palla e lascia partire un tiro respinto dal portiere milanista ma la palla finisce sulla testa di Origi, bravo a mettere in rete. Non c’è spazio per una rimonta del Milan che chiude il girone all‘ultimo posto, considerato il successo per 3 a 1 dell’Atletico Madrid al Do Dragao di Oporto.

Al Santiago Bernabeu, l’Inter esce sconfitta per 2 a 0 per mano del Real Madrid fallendo, quindi, l’opportunità di superare proprio la squadra di Ancelotti in vetta al girone D. Nel primo tempo sono gli uomini di Inzaghi a fare la partita sfruttando le solite geometrie di gioco ma peccano nella precisione dell’ultimo passaggio sprecando importanti potenziali occasioni da rete. Non perdonano, invece, i blancos che, alla prima sortita offensiva, trovano il goal del vantaggio: al 17′ minuto Kroos lascia partire un mancino che trova l’angolo più lontano, lì dove Handanovic non può arrivare. Il primo tempo si chiude con un altro brivido per i nerazzurri perchè Rodrygo, lasciato libero a centro area, colpisce il palo. Nella ripresa, pronti via e Barella ha l’occasione per pareggiare ma spreca calciando alto da posizione defilata ma è proprio il centrocampista italiano a complicare i piani dei suoi compagni di squadra quando al 64′ minuto si fa espellere perché reagisce con un pugno sulla gamba di Militao, reo di averlo spinto sui cartelloni pubblicitari in un contrasto di gioco. I padroni di casa vanno a nozze e trovano anche il punto del raddoppio con il subentrato Asensio che si inventa un arcobaleno che colpisce il palo e finisce in rete per il 2 a 0 definitivo.

Ultime notizie