domenica, 28 Novembre 2021

Bielorussia, bimbo di un anno morto di freddo al confine. Sassoli: “Straziante alle porte d’Europa”

Da non perdere

A solo un anno di età è morto per il troppo freddo in una foresta alle porte della fortezza Europa. È solo l’ultimo degli episodi drammatici che descrivono la situazione al confine tra Bielorussia e Polonia. I genitori del bambino sono stati trovati feriti e gli è stato prestato soccorso, ma per il piccolo non c’era già più nulla da fare.

Secondo quanto ha riferito l’organizzazione non governativa Polish Emergency Medical Team, la famiglia proveniva dalla Siria ed era bloccata nella zona già da sei settimane. Sei settimane quasi senza cibo, con temperature rigidissime, accampati in rifugi di fortuna ricavati nella vegetazione. Rifugi che, ovviamente, per un bimbo di appena un anno non non potevano bastare.

Il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli ha tweettato sulla vicenda: “È straziante vedere un bambino morire di freddo alle porte d’Europa. Lo sfruttamento dei migranti e dei richiedenti asilo deve cessare, la disumanità deve cessare“.

Ieri la Polizia bielorussa è intervenuta nella zona del villaggio di Bruzgi, sgomberando gli accampamenti informali dei migranti e trasferendoli in una ex caserma poco distante.

Ultime notizie