giovedì, 9 Dicembre 2021

Rosalia De Souza, il suo nuovo singolo è “Inspirada”

Dal 19 Novembre disponibile su tutti gli store digitali, anticipa il nuovo album in uscita a Gennaio 2022.

Da non perdere

Inspirada: “una sensazione portata al suo estremo sia dalla gioia che dal dolore, passando in mezzo a tante emozioni. Questo brano rappresenta questo stato: una storia d’amore con il suo inizio, la sua evoluzione e la sua fine. La forza del primo abbraccio, la scioltezza della conoscenza superficiale, la bevuta romantica… e poi i dubbi, l’autocritica e la stanchezza. Inspirada racconta di un periodo in cui l’amore, seppur breve, ha dato una spinta alla mente ad andare oltre. Come l’ispirazione per ogni artista: si accende, s’infiamma, arde e si spegne…molte volte nell’arco della vita.” Rosalia De Souza
“Il progetto è nato in maniera spontanea, dopo il primo concerto fatto insieme, con il semplice intento di scambiarci informazioni ed esperienze. Quando io e Paolo Di Sabatino abbiamo capito che le nostre idee potevano diventare canzoni, abbiamo deciso di metterci in gioco. E in un attimo abbiamo gioito per la nostra conoscenza! È stato facile far incontrare i nostri sentimenti, tra l’altro in un momento delicato, chiusi a causa della pandemia. Siamo entrati subito in sintonia e abbiamo lavorato sodo, maturando la certezza che le nostre emozioni e i nostri sentimenti arriveranno anche a voi, attraverso le nostre canzoni.”
Rosalia De Souza è nata il 4 luglio 1966 a Rio De Janeiro, Brasile. Nel 1988 si trasferisce in Italia. A Roma studia teoria musicale, percussioni cubane, canto jazz e storia del jazz alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio. Nello stesso anno comincia a lavorare con vari musicisti brasiliani (Alvaro dos Santos, Ney Coutinho, Roberto Taufic) cantando nei più importanti jazz-club della capitale: Clarabella, Saint-Louis, Caffè Latino, Caffè Caruso.
Nel 1994 incontra il dj e produttore Nicola Conte che la coinvolge nel progetto Fez e nel 1995 partecipa alla creazione dell’album Novo Esquema De Bossa del Quintetto X.
Gli anni successivi sono caratterizzati da una intensa attività live che la porta ad esibirsi sui migliori palcoscenici jazz del mondo.
Nel 2000 Rosalia De Souza partecipa al Brazil Festival, tenuto al Barbican Centre a Londra e dopo un anno ritorna nel Regno Unito per un grande concerto al Jazz Cafè con il gruppo locale Les Hommes, dando prova di una certa poliedricità.
Nel 2001 si esibisce al Montreux Jazz Festival con Nicola Conte, che produce anche il suo primo album da solista, Garota Moderna, pubblicato nel 2003, che ha un grande successo anche all’estero. Rosalia viene chiamata ad esibirsi al Womad di Las Palmas, Mosca, Lisbona, Kiev ed El Hierro.
Nel 2005 pubblica l’album Garota Diferente, che vede la partecipazione dei migliori musicisti e dj europei.
Nel 2006 pubblica Brasil Precisa Balançar, che esce in Giappone con la Columbia, etichetta molto attenta alle tendenze brasiliane; il secondo album di Rosalia De Souza con composizioni di Tomas di Cunto e Roberto Menescal, registrato interamente a Rio De Janeiro, con la partecipazione di Marcos Valle e lo stesso Roberto Menescal, che suona la chitarra, ed è anche direttore artistico dell’album. Viene Presentato all’Auditorium Parco della Musica di Roma con la partecipazione di Juho Laetinem, musicista islandese che suona due brani con solo violoncello e voce. Il tour la porta fino in Giappone, al Cotton Club con sei repliche. Roberto Menescal, la segue per alcuni concerti, tra i quali a Madrid al festival Habla Mestizo.
Nel settembre 2009 esce l’album D’Improvviso, presentato in prima al Blue Note di Milano il 25 gennaio 2010. L’album debutta alla numero 47 nella classifica greca. Partecipa alla trasmissione televisivi Chiambretti Night, al Natale di Rai 2 duettando con Jarabe de Palo e cantando D’Improvviso con l’orchestra della Rai diretta dal Maestro Gerardo di Lella e poi a Napoli per il concerto dell’Epifania dove canta O Que Será di Chico Buarque con la direzione del maestro Renato Serio.
Nel 2011 Rosalia De Souza (accompagnata dal chitarrista Maurizio Di Fulvio) partecipa all’International Music Festival “Concerti sotto le Stelle” di Pescara, interpretando i brani più famosi dei grandi autori brasiliani. Nel 2013 partecipa al progetto Pilots on Dope di due dj austriaci, Gerhard Gigler e Gerard Tomez. Il legame tra la musica del Brasile e l’Italia passa anche per una collaborazione con musicisti napoletani per omaggiare la figura del compianto Pino Daniele. Ad aprile 2018 esce Tempo edito dalla NAU Records, in questo album, ritorna alla bossa nova, concepito senza filtri e votato alla purezza del suono e dell’interpretazione artistica. Questo progetto concretizza pienamente la sua vena poetica attraverso i testi letterari di cui è autrice. Il 2020 la vede impegnata in diversi concerti e nella realizzazione del suo album di inediti, la cui uscita è prevista nel 2022.

Ultime notizie