giovedì, 9 Dicembre 2021

Fingeva di vaccinare bambini, verserà 550 mila euro alla Sanità friulana

Emanuela Petrillo, ex infermiera, è stata licenziata ed è sotto processo a Udine.

Da non perdere

Emanuela Petrillo, ex infermiera di Spresiano è stata licenziata dall’Uls 2, dovrà versare 550 mila euro all’Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale, più 33mila per le spese legali.

La 35enne non avrebbe inoculato vaccini a circa 8 mila pazienti, in maggioranza bambini, tra il 2009 e il 2016 negli ospedali di Udine, Codroipo e Treviso.

Secondo l’accusa Petrillo “avrebbe solo apparentemente inoculato ai piccoli pazienti i vaccini agli stessi destinati, escludendo così di fatto e nell’inconsapevolezza generale, la risposta immunitaria attesa”. La Sanità pubblica avrebbe subito un danno da 660 mila euro. Perciò, prosegue la Corte dei Conti, è sta necessaria “una complessa attività rimediale, sostanzialmente finalizzata, all’esecuzione di nuove somministrazioni vaccinali nei confronti della popolazione infantile ritenuta interessata dal disservizio”.

Il Tribunale di Udine arriverà a sentenza di primo grado l’8 febbraio prossimo. L’ex infermiera dovrà rispondere alle accuse di falsità in certificati, omissione d’atti d’ufficio e peculato.

Ultime notizie