mercoledì, 8 Dicembre 2021

Antonio Conte è il nuovo allenatore del Tottenham: l’annuncio del club londinese

Antonio Conte è il nuovo allenatore del Tottenham: il mister pugliese ha firmato un ricco contratto multimilionario che lo rende il terzo allenatore più pagato al mondo.

Da non perdere

Se ne è parlato molto nelle ultime ore, adesso c’è l’annuncio ufficiale: Antonio Conte è il nuovo allenatore del Tottenham Hotspur. Il club londinese ha deciso di affidare la panchina all’allenatore pugliese dopo aver esonerato Nuno Espirito Santo nel giorno della festa di Tutti i Santi. Ad oggi, il Tottenham è al nono posto in classifica di Premier League con 5 vittorie e 5 sconfitte, dovuto tra le tante cose ad uno spento Harry Kane, autore di una sola rete in questa stagione. Nella scorsa estate, Conte era stato già cercato dal direttore sportivo Fabio Paratici per coprire il ruolo di allenatore del Tottenham, ma il mister aveva rifiutato l’offerta e ha deciso quest’oggi di motivare quella scelta: “La fine del mio rapporto con l’Inter era ancora troppo recente ed ero troppo coinvolto dal punto di vista emozionale, quindi ho sentito che non era ancora il momento giusto per tornare ad allenare. Ma l’entusiasmo e la determinazione del presidente avevano già colto nel segno. Ora che l’opportunità si è ripresentata ho deciso di coglierla con grande convinzione”, ha chiarito Antonio Conte.

Per Conte si tratta della seconda esperienza in Premier League e a Londra, dopo aver allenato il Chelsea dal 2016 al 2018, vincendo anche un campionato: “Sono estremamente felice di tornare ad allenare, e farlo in un club della Premier League che ha l’ambizione di tornare protagonista – ha dichiarato il mister -. Il Tottenham ha strutture all’avanguardia e uno dei migliori stadi del mondo. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare per trasmettere alla squadra e ai tifosi la passione, la mentalità e la determinazione che mi hanno sempre contraddistinto come giocatore e come allenatore”. Antonio Conte ha firmato un contratto fino a giugno 2023 da 15 milioni lordi di sterline a stagione, pari a circa 18 milioni di euro, il che lo rende il terzo allenatore più pagato al mondo dopo Diego Simeone dell’Atletico Madrid e Pep Guardiola del Manchester City. Il suo compito ora sarà quello di guidare gli Spurs fino alla qualificazione in Champions League e alla vittoria della UEFA Conference League, con l’aiuto di qualche ottimo innesto di mercato a gennaio, necessario soprattutto per il cambio di modulo che l’allenatore italiano apporterà alla rosa, passando dal 4-2-3-1 con cui il Tottenham gioca da anni, al solito 3-5-2 di Conte. Dovrà dunque far attenzione l’Inter, poiché la società londinese ha concesso anche potere manageriale al nuovo mister che potrebbe voler pescare qualche suo vecchio pupillo dalla sua ex squadra. Per l’attacco si fa invece il nome di Dusan Vlahovic, già cercato da Paratici la scorsa estate e attualmente in uscita dalla Fiorentina: il giovane centravanti serbo potrebbe arrivare alla corte di Antonio Conte già a gennaio per compensare la mancanza di gol di Harry Kane.

Ultime notizie