sabato, 4 Dicembre 2021

No green pass, “Da qui non ci muoviamo”: lacrimogeni sui manifestanti a Trieste

Manifestanti in ginocchio e seduti al Varco 4 del porto di Trieste. Non intendono abbandonare il loro posto. Tra lacrime e preghiere si spera.

Da non perdere

Questa mattina la polizia è giunta al porto con tenuta antisommossa per sgomberare l’area occupata dai manifestanti e dai portuali a causa dell’obbligazione del Green Pass.

I manifestanti aspettavano l’arrivo delle forze di polizia seduti per strada, sono stati attivati gli idranti ma questo non ha cambiato nulla, loro sono rimasti lì, fermi, aspettando di trovare una soluzione.

I manifestanti rimangono con il capo chino, tra di loro c’è chi prega e chi invece piange mentre insiste che non si muoverà da lì, fino alla fine. Tra di loro si tendono per mano, questo gesto a sottolineare la solidarietà in quel momento e la volontà di non lasciare il campo del Varco 4 del porto.

Una manifestante ha iniziato ad urlare verso dei poliziotti: “Siamo disarmati, abbiamo bambini a casa, vergogna”. Alcuni rappresentanti parlano con le forze dell’ordine sperando di trovare una soluzione pacifica. Attimi di tensione tra manifestanti e polizia, sono partire alcune manganellate degli agenti con gli scudi alzati e sparati diversi lacrimogeni per disperdere la folla.

Ultime notizie