sabato, 25 Settembre 2021

Festival del cinema di Venezia, Barbera annuncia il programma: in gara 5 film italiani

La biennale di cinema più famosa al mondo, con la sua 78esima edizione, vede quest'anno un nuovo record: 5 i film italiani in concorso. Barbera: "pochissime le assenze di rilievo".

Da non perdere

Dai Sorrentino a Martone, dai fratelli D’Innocenzo a Mainetti e Frammartino. Questi i 5 registi in gara al festival di Venezia di quest’anno, previsto dall’1 all’11 settembre 2021. Ad annunciarlo, il direttore artistico Alberto Barbera in occasione della presentazione del programma della Kermesse.

La biennale di cinema più famosa al mondo, con la sua 78esima edizione, vede quest’anno un nuovo record: 5 i film italiani in concorso. Il premio Oscar Paolo Sorrentino presenta È stata la mano di Dio, una pellicola che ritrae la passione per il Napoli di Maradona e la scomparsa dei suoi genitori, quando aveva 16 anni, nel 1987.

E poi, America Latina, thriller dei fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo con Elio Germano, Il buco di Michelangelo Frammartino che narra una straordinaria impresa italiana di speolologia, Freaks out di Gabriele Mainetti e Qui rido io di Mario Martone con Toni Servillo nel ruolo di Eduardo Scarpetta.

Buone impressioni per il direttore artistico: “Ci ha sorpreso la qualità media, che è complessivamente più alta del solito, come se la pandemia avesse stimolato la creatività di tutti. Sono ottimista sullo stato di salute del cinema italiano, nonostante le difficoltà dell’industria cinematografica.” Aggiungendo: “Ci sono film da tutto il mondo, pochissime le assenze di rilievo,  forse la Cina, ma è presente nei cortometraggi. I Paesi presenti sono ben 59.”

Ventuno film in concorso, 19 in gara per “Orizzonti Concorso” e tanti i fuori concorso per categoria. Di seguito tutte le pellicole in gara.

FILM IN CONCORSO

  • Madres Paralelas – Pedro Almodovar
  • Mona Lisa and the blood moon – Ana Lily Amirpour
  • Un autre monde – Stéphane Brizè
  • The power of the dog – Jane Campion
  • America Latina – Damiano e Fabio D’Innocenzo
  • L’événement – Audrey Diwan
  • Competencia oficial – Gastòn Duprat/Mariano Cohn
  • Il buco – Michelangelo Frammartino
  • Sundown – Michel Franco
  • Illusions perdues – Xavier Giannoli
  • The lost daughter – Maggie Gyllenhaal
  • Spencer – Pablo Larraìn
  • Freaks out – Gabriele Mainetti
  • Qui rido io – Mario Martone
  • On the job: the missing 8 – Erik Matti
  • Zeby nie bylo sladow (Leave no traces) – Jan P. Matuszynski
  • Captain Volkonogov escaped – Natasha Merkulova/Aleksey Chupov
  • The card counter – Paul Schrader
  • È stata la mano di Dio – Paolo Sorrentino
  • Vidblysk (Reflection) – Valentyn Vasyanovych
  • La caja – Lorenzo Vigas

ORIZZONTI CONCORSO

  • Les Promesses – Thomas Kruithof
  • Atlantide – Yuri Ancarani
  • Miracol (Miracle) – Bogdan-George Apetri
  • Pilgrimai (Pilgrims) – Laurynas Bareisa
  • Il paradiso del pavone – Laura Bispuri
  • Pu Bu (The Falls) – Chung Mong-Hong
  • El hoyo en la cerca  – Joaquin Del Paso
  • Amira – Mohamed Diab
  • A plein temps – Eric Gravel
  • Cenzorka (107 mothers) – Peter Kerekes
  • Vera Andrron Detin (Vera dreams of the sea) – Kaltrina Kransiqi
  • Bodeng Sar (White building) – Kavich Neang
  • Wela (Anatomy of time) – Jakrawal Nilthamrong
  • El otro Tom – Rodrigo Plà/Laura Santullo
  • El gran movimiento – Kiro Russo
  • Once upon a time in Calcutta – Aditya Vikram Sengupta
  • Nosorih (Rhino) – Oleg Sentsov
  • True things – Harry Wootuff
  • Inu-Oh – Yuasa Masaaki

Ultime notizie