mercoledì, 27 Ottobre 2021

Covid, OMS mette ordine fra le varianti: si indicano con l’alfabeto greco

Non saranno più classificate per Paese di identificazione, per evitare possibili stigmatizzazioni. La nuova classificazione si applicherà alle cosiddette "varianti di preoccupazione".

Da non perdere

Per mettere ordine nella nomenclatura delle varianti da Covid-19, l’Organizzazione Mondiale della Sanità annuncia l’introduzione di un nuovo criterio di classificazione. Non saranno più classificate per Paese di identificazione ma attraverso l’utilizzo delle lettere dell’alfabeto greco, mettendo fine a possibili stigmatizzazioni. La nuova classificazione si applicherà alle varianti più preoccupanti, dette anche “varianti di preoccupazione”.

La prima variante di preoccupazione, individuata per la prima volta in Gran Bretagna, la B.1.1.7, sarà la variante “alpha”. La seconda, in Sud Africa, la B.1.351, sarà la variante “beta”. La terza, identificata per la prima volta in Brasile sarà la variante “gamma” e la quarta, isolata per la prima volta in India, sarà la variante “delta”.

Qualsiasi variante futura che salga al livello di “preoccupante” sarà indicata con lettere successive dell’alfabeto greco. L’Oms spiega che il nuovo sistema, ideato da un gruppo di esperti, non sostituirà del tutto i sistemi di denominazione scientifica ma permetterà di utilizzare nomi “semplici, facili da dire e ricordare” per le varianti.

Ultime notizie