giovedì, 24 Giugno 2021

Alisson bomber per un giorno: Il sesto portiere in gol nella storia della Premier League

Alisson diventa il primo portiere nella storia del Liverpool ad andare in gol, il terzo nella storia della Premier a riuscirci su azione.

Da non perdere

Le lancette del cronometro volano, il tabellone al The Hawthorns segna 94:09, la pioggia che scende nel mentre è la fotografia di una stagione burrascosa per il Liverpool, che si trova ad affollare l’area del West Bromwich per poter acciuffare il gol vittoria in piena zona cesarini.

Le telecamere inquadrano Alisson, il portiere brasiliano corre 90 metri per poter raggiungere i compagni in area a formare il trenino sul calcio piazzato, tenendo con il fiato sospeso mister Klopp e tutti i sostenitori Reds.

Pareggiare significherebbe veder allontanare il Chelsea, con la conseguenza di veder sfumare l’obiettivo di strappare un pass per la prossima Champions League.
Non accedere al massimo torneo Uefa sarebbe un fallimento per una squadra che solo due anni fa sollevava il trofeo nella notte di Madrid.

Trent Alexander Arnold è sulla bandierina del calcio d’angolo e lascia partite un cross a spiovere sul primo palo, dove è appostato Alisson, ignorato dalla gabbia dei quattro difensori che scelgono come miglior difesa il distanziamento sociale nei suoi confronti.

Il discutibile stratagemma crolla due secondi dopo, con il numero 1 Reds che incorna di testa sul palo opposto a quello difeso da Johnstone, tra l’incredulità di Salah e compagni che lo sommergono di abbracci.

Nella mix zone di SkySportUk Alisson ha gli occhi lucidi, provato da emozioni molto forti, si lascia andare a dichiarazioni commoventi: “Sono davvero emozionato, soprattutto per quello che è successo a me e alla mia famiglia negli ultimi mesi. Il calcio è la mia vita, gioco da quando ho ricordi, lo facevo con mio papà e mi sarebbe piaciuto che fosse stato qui a vedere il gol.
Sono sicuro che l’ha visto con Dio al suo fianco e che abbia festeggiato, sono felice per la mia famiglia e per i ragazzi”.

Il classe ’92 diventa il primo portiere a segnare nella storia del Liverpool, diventando il terzo a segnare un gol su azione in Premier League.
Il primo a riuscirci fu Peter Schmeichel il 20 ottobre del 2001, con l’estremo difensore danese che entrò nel tabellino dei marcatori contro l’Everton, grazie ad un tiro al volo che beffò il difensore dei Toffees appostato sul primo palo.

Stessa sorte toccata tre anni dopo, il 21 febbraio 2004, a Brad Friedel che al 92esimo trovò il 2 a 2 a favore del suo Blackburn in una mischia furibonda nell’area del Charlton.

In questa singolare statistica che vede i portieri andare in gol in Premier League, figurano altri tre estremi difensori, andati però a rete direttamente dalla propria area di rigore, durante un rinvio dal fondo.

Paul Robinson fu il primo a riuscirci il 17 marzo 2007, con una rimessa da 95 metri ai tempi del Tottenham durante la sfida contro il Watford, con il portiere Foster incredulo a sorridere in maniera beffarda.
Stesso copione per Begovic in Stoke City – Southampton il 2 novembre 2013, la sua spazzata dopo dodici secondi dal calcio d’inizio beffò il collega Boruc.
Un anno e mezzo prima ci pensò l’americano Tim Howard a passare una domenica da bomber, il 4 gennaio 2012 un rinvio da distanza siderale rimbalzò qualche metro prima dell’area di rigore del Bolton, sorprendendo Bogdan fuori dai pali.

Ultime notizie