mercoledì, 23 Giugno 2021

Parma, omicidio Daniele Tanzi: fermato l’ex della fidanzata

La polizia ha fermato Patrick Mallardo, 19 anni: ha ucciso Daniele Tanzi con 23 coltellate. Poi ha cercato di fare lo stesso con la ragazza, riuscita a fuggire

Da non perdere

Ha confessato Patrick Mallardo, 19 anni, è stato lui a uccidere con 23 coltellate il diciottenne Daniele Tanzi. Il corpo del ragazzo è stato trovato ieri mattina senza vita nell’ex Mulino di via Voltumo, nella periferia di Parma, con diverse ferite da taglio.

L’omicidio è avvenuto verso la mezzanotte di mercoledì. Patrick Mallardo, dopo aver infierito su Daniele Tanzi, 18 anni di Casalmaggiore (Cremona), colpendolo 23 volte con un coltello da cucina, ha cercato di fare lo stesso con l’ex fidanzata Maria Teresa, 18 anni parrucchiera di Parma. Fortunatamente, la ragazza è riuscita a scappare e a salvarsi.

Dopo l’omicidio, lo stesso Patrick ha chiamato due volte il 118: a mezzanotte e 39 minuti e nuovamente, tre minuti dopo. Arrivati sul posto, medici e inquirenti hanno trovato il corpo senza vita di Daniele con evidenti segni da taglio.

Chi era Daniela Tanzi

Daniele era originario di Foggia. Agli inizi del duemila, si era trasferito a Casalmaggiore dove viveva con la famiglia. Padre operaio, madre casalinga e due fratelli al terzo e quinto anno di elementare sono ora chiusi nel loro dolore.

Daniele aveva concluso i tre anni all’Istituto Professionale Santa Chiara da operatore meccanico. Era in cerca di lavoro. I vicini, increduli, lo definiscono come un ragazzo «Educato, gentile, sempre pronto a salutare». «Era un ragazzo molto rispettoso dei docenti, gli avevamo proposto di studiare un altro anno, ma aveva detto che preferiva lavorare», riferisce un docente dell’istituto dove studiava. Daniele Tanzi e Maria Teresa si erano conosciuti dopo che lei aveva lasciato Patrick Mallardo per un tradimento.

Ipotesi sulla dinamica dell’omicidio

Probabilmente, Mallardo sapeva che, ogni tanto, i due si incontravano lì. Quindi, mercoledì sera ha raggiunto Maria Teresa e Daniele all’ex Mulino, portandosi dietro gli abiti di ricambio. Per questo motivo, secondo la Procura, stava premeditando l’omicidio.
Ad un certo punto, Maria Teresa si è trovata davanti Patrick armato di coltello che ha tentato di colpirla. Fortunatamente, la ragazza è riuscita a proteggersi. Complice il buio, non si sarebbe accorta che il suo ex aveva già colpito Daniele, uccidendolo.

Dopo la fuga di Maria, Patrick, forse colto dal senso di colpa, ha chiamato il 118. Quando l’ambulanza è arrivata in via Volturno, Patrick era ancora lì. Maria Teresa è stata portata al Pronto soccorso, mentre il 19enne di Parma è stato caricato su un’auto della polizia.

L’arma del delitto non era sulla scena del crimine. Patrick lo aveva gettato nel canale che scorre dietro l’ex Mulino insieme al maglione blu sporco di sangue, entrambi ritrovati dai Vigili del Fuoco.

I vestiti di ricambio, invece, sono rimasti al loro posto. Ciò fa pensare che il ragazzo si sia pentito dell’atto compiuto. Difatti, ha confessato dopo circa 10 ore. L’accusa per la Procura è di omicidio volontario premeditato.

Ultime notizie