lunedì, 27 Settembre 2021

Scuola, varato il Piano per l’estate: fondi per 510 milioni di euro il 70% al Sud

Rafforzamento di quanto è stato appreso in questo anno scolastico in giugno, recupero della socialità in luglio e agosto, accoglienza e avvio delle lezioni a settembre. 

Da non perdere

Varato il Piano per l’estate, dai 3 ai 18 anni, da 510 milioni di euro messo a punto dal ministero dell’Istruzione. I punti principali: rafforzamento di quanto è stato appreso in questo anno scolastico in giugno, recupero della socialità in luglio e agosto, accoglienza e avvio delle lezioni a settembre. 

Le scuole potranno fare domanda fino al 21 maggio prossimo. Il 70% è destinato alle regioni del Sud. I fondi potranno essere spesi sino al termine dell’anno scolastico 2021/2022. La partecipazione degli studenti ai progetti sarà volontaria, come anche quella dei docenti. Sono previsti moduli e laboratori di educazione motoria, gioco didattico, canto, musica, arte, scrittura creativa, educazione alla cittadinanza, educazione alla sostenibilità, educazione all’imprenditorialità, potenziamento della lingua italiana e della scrittura, potenziamento delle competenze scientifiche e digitali e tanto altro. Le attività potranno svolgersi in spazi aperti delle scuole e del territorio, teatri, cinema, musei, biblioteche, parchi e centri sportivi, con il coinvolgimento del terzo settore, di educatori ed esperti esterni. 

  “L’emergenza sanitaria – dichiara il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi – ha inevitabilmente accentuato problematiche preesistenti, ha evidenziato le diseguaglianze e accresciuto le fragilità. Per questo abbiamo voluto un Piano di accompagnamento, un ponte tra quest’anno e il prossimo, un’occasione che consenta a bambini e ragazzi di rafforzare gli apprendimenti e recuperare la socialità. Utilizzeremo questo periodo estivo per costruire un nuovo inizio. Riporteremo la scuola al centro della comunità, creando spazi di potenziamento delle competenze e di recupero delle relazioni”. 

 Le risorse sono in totale 510 milioni: 150 milioni provengono dal decreto sostegni, 320 milioni dal PON per la scuola (risorse europee), 40 milioni dai finanziamenti per il contrasto delle povertà educative.  

Ultime notizie