martedì, 16 Aprile 2024

Va a trovare il padre in ospedale, figlia scopre che è morto da giorni. L’Asl: “Mancata sorveglianza ingiustificata”

La donna ha scoperto che il padre era morto da diversi giorni solo dopo esserlo andato a trovare in Ospedale. Per l'Asl "non ci sono carenze che giustifichino una mancata sorveglianza".

Da non perdere

Nei giorni scorsi a Piombino in provincia di Livorno, una donna ha scoperto che il padre di 88 anni era morto solo dopo esserlo andato a trovare in ospedale. Secondo quanto racconta da lei stessa, il padre era da tempo ricoverato nel reparto di medicina; raggiunto l’88enne nella sua stanza a metà pomeriggio, solo allora ha scoperto che era morto da alcuni giorni. Nella sua testimonianza, la donna racconta di non essere potuta recarsi in visita prima, a causa di alcune regole del reparto che impongono visite alternate. “L’ho trovato morto nel suo letto dell’ospedale e sembrava che dormisse. Poi mi sono avvicinata ed era freddo, troppo freddo” ha spiegato. Stando al racconto dei familiari, l’anziano soffriva di diverse patologie e viveva con la figlia per ricevere assistenza, nessuno temeva per la sua sorte.I medici mi avevano detto che non era in pericolo di vita” ha raccontato il genero dell’anziano. La figlia non si rassegna alla perdita del padre e continua a chiedersi perché nessuno controlli i pazienti nelle stanze prima delle visite dei familiari, e come mai nessuno si sia accorto del decesso.

L’Asl apre un’inchiesta

L’Asl Toscana Nord Ovest ha espresso la propria vicinanza alla donna per la perdita, e successivamente ha annunciato di voler avviare un’indagine interna per fare chiarezza sull’accaduto, attraverso una nota: “Avvieremo un’indagine ma comunque è già possibile affermare che il reparto di Medicina dell’ospedale di Piombino ha personale sanitario tale da garantire una copertura adeguata della turnistica rispetto al setting assistenziale offerto ai degenti e non risultano quindi carenze tali da giustificare una mancata sorveglianza. Per quanto riguarda le disposizioni relative all’accesso il reparto, avendo stanza di degenza a quattro letti, permette ai parenti di poter far visita la mattina o il pomeriggio a giorni alterni. Queste indicazioni evitano un eccessivo affollamento nelle stanze durante l’ora del passo. Il personale ha comunque precise disposizioni di agevolare, per quanto possibile, la comunicazione dei pazienti con i familiari”

Ultime notizie