sabato, 23 Ottobre 2021

Premier catalano Puigdemont arrestato ad Alghero: aveva un mandato di cattura internazionale

Su di lui gravava un mandato di cattura internazionale che si basa sull'ordinanza europea del 14 ottobre 2019.

Da non perdere

Dopo che il 30 luglio scorso era stato respinto un suo ricorso contro la sospensione dell’immunità parlamentare in sede giurisdizionale europea, l’ex presidente catalano Carles Puigdemont è stato fermato dagli agenti di polizia di frontiera ad Alghero, in Sardegna, dove è stato arrestato. A renderlo noto, il suo avvocato, Gonzalo Boye. Il leader indipendentista si trovava sull’isola per partecipare ad una serie di incontri, su di lui gravava un mandato di cattura internazionale.

Successivamente, è stato trasferito nella casa circondariale di Sassari, ma già a partire da oggi potrebbe essere messo a disposizione della magistratura che deciderà se rilasciarlo o acconsentire alla sua estradizione in Spagna, dove attualmente è in corso un processo per la dichiarazione di indipendenza della Catalogna.

Il legale del leader catalano, Boye, ha scritto un post su Twitter in cui ha spiegato la situazione: “Il presidente Puigdemont è stato arrestato al suo arrivo in Sardegna, dove si era recato come eurodeputato. Questa detenzione si basa sull’ordinanza europea del 14 ottobre 2019, che, per imperativo legale, secondo lo statuto della Corte di Giustizia Ue, è sospesa”, poi ha ricordato come “nella risoluzione del 30 luglio si afferma che nessun Paese dovrebbe eseguire un ordine di queste caratteristiche. Nella stessa delibera, il Vice Presidente del Tribunale dell’Unione Europea ha indicato che, ove necessario, sia richiesta una nuova misura cautelare”.

Puigdemont, esattamente come il presidente del Parlamento Catalano, Laura Borràs, erano arrivati ieri ad Alghero in occasione della cerimonia inaugurale dell’Aplec International Adifolk, festa che celebra la cultura popolare catalana prevista per oggi alle 17. Si tratterebbe di un grande festival del folklore internazionale che unisce Alghero e la Catalogna, e per cui sono attesi più di 850 invitati, tra danze, musica e tradizioni.

Ultime notizie