Chi lo ha detto? Non Friedman , né gli economisti ordoliberisti ma neppure i seguaci di KEYNES favorevoli all’intervento dello stato. La frase l’ha pronunciata ETTORE PETROLINI un comico del dopoguerra. Credo che nel leggere la storia di una nazione, la fonte privilegiata la forniscano i comici. La loro visione della realtà è più rappresentativa ed efficace di trattati di sociologia o di economia. Descrivere l’Italia attraverso ALBERTO SORDI , PAOLO VILLAGGIO o TOTO’ ci avvicina alla realtà. C’è molta più analisi intelligente nei loro film che nei dibattiti televisivi . Così’ sarà anche per CHECCO ZALONE. Visti con sufficienza dai contemporanei sono diventati riferimenti di valenza storica. Permettetemi di citare ETTORE PETROLINI e la sua cinica affermazione nel citare il progetto di fondo che attende il nostro sistema politico economico .

Progetto bancario finanziario.

Pochissimi strutture finanziarie governeranno l’Europa ed il mondo occidentale. Poche persone determineranno il nostro futuro. Queste persone non gradiscono la democrazia. Vogliono interloquire con 20 persone al massimo per ciascun paese per determinarne e le sorti politiche. Molti successi politici di personaggi nati dal niente sono finanziati da queste entità finanziarie. Chi ha finanziato MACRON, per esempio? I sistemi elettorali sono stati elaborati per limitare la rappresentatività dell’elettorato. Come funziona il sistema bancario finanziario? Dalla “ liberalizzazione “ di CLINTON non esiste più la separazione voluta per reagire al crollo Wall Street fra banche di investimento e banche di credito ordinario.

Ma abbiamo l’indebitamento delle banche?

L’insolvenza verso la banche è nella stragrande maggioranza a carico di pochi singoli operatori. I risparmiatori privati e le piccole e piccolissime aziende non gravano sull’indebitamento bancario. Ma ci viene venduta questa visione menzognera sui debiti incagliati.

Le grandi entità finanziarie possono emettere tutta la quantità di carta rappresentativa di valore che ritengono opportuna. Nessuno vieta loro di fabbricare tutta la carta – denaro che ritengono opportuna e conveniente per loro.

Come condizionano i paesi politicamente? ATTRAVERSO il DEBITO PUBBLICO .

Questa entità non sarà mai saldata, la sua funzione è quella di condizionare le scelte politiche.

Come? Per esempio attraverso lo SPREAD. Lo Spread è una valutazione soggettiva fatta da società di rating , che a loro volta sono entità private che possono appartenere o fare gli interessi delle società che speculano sullo Spread. Ne abbiamo parlato più diffusamente in un nostro precedente incontro.

Mentendo nella interpretazione del nostro bilancio statale.

A dispetto della vulgata che ci viene ribadita dalla nostra informazione la nostra bilancia commerciale tranne per un anno è in attivo da decenni. I nostri piccoli e piccolissimi imprenditori esportano più di quello che importano. Se non ci fosse il gravame degli interessi negativi accumulati per effetto del sistema suicida di finanziare i nostri BOND e CCT , pagando cifre assurde al sistema privato bancario, chiuderemmo la nostra bilancia commerciale in attivo.

Vi prego, a questo proposito di dare una occhiata alla proprietà dei nostri principali giornali e alla proprietà del nostro sistema bancario nazionale.

PERCHE’ IL PROGETTO DI PRENDERE SOLDI AI POVERI ? Perché la quantità di carta rappresentativa di valore ha raggiunto cifre incommensurabili.

Anche i pochi veri gestori di questa situazione temono che come nella favola del Re nudo ci possa essere qualcuno che griderà che dietro questa quantità di carta non c’è che altra carta ed ancora altra carta.

Allora entra in gioco il precetto di Ettore Petrolini.

Cosa hanno bisogno i morti di fame? Cosa vendere ai morti di fame ?

Hanno bisogno di assistenza sanitaria. Bisognerà privatizzare l’assistenza sanitaria e fare come la Goldman Sachs per cui guarire non è un affare.

E fare soldi con le assicurazioni sanitarie.

Hanno bisogno di scuole. Bisognerà privatizzare le scuole .

Hanno bisogno di lavorare. Lo faranno a condizioni di schiavitù.

Hanno bisogno di energia. Bisognerà privatizzare l’energia.

Hanno bisogno dell’acqua. Bisognerà privatizzare l’acqua.

Hanno bisogno di sicurezza. Gli venderemo le armi. Una pistola per ogni casa. La casa è il posto dove si commettono più delitti di sangue. Non è la mafia o la delinquenza comune a commettere la maggior parte dei delitti di sangue ma la famiglia. Se c’è un posto più pericoloso in assoluto dove detenere un’ arma è la famiglia.

Hanno bisogno di mangiare. Bisognerà dargli i prodotti che le Multinazionali , la Monsanto e la Bayer confezioneranno per loro.

Come distrarre tutta questa gente?

Attraverso il meccanismo della paura. Paura dell’immigrazione, paura del diverso. Mettere i morti di fame contro altri morti di fame. Stupendo. Il materiale c’è. 60 milioni di persone sono costretti ad emigrare per ragioni diverse. C’è materiale per andare avanti per decenni, l’importante dirottare la rabbia tra di loro, tra i morti di fame. E’ stato fatto sempre così ed ha sempre funzionato. Diamogli un nemico possibilmente più debole e lo distrarremmo dalle vere cause.

CONCLUDO.

In altri tempi si aspettava la pausa di Agosto per attivare accordi di natura finanziaria che potevano creare reazioni negative nel mondo. Ora non c’è più questo bisogno, qualsiasi novità è seppellita da una quantità di notizie fasulle. Vediamo se almeno c’è l’accenno ad alcune cose che servono e che sono a costo zero.

  1. Ripristinare la separazione tra banche d’affari dalle banche di credito ordinario.

Ci piacerebbe sapere quando andiamo in banca a chiedere un fido

o un muto se la banca ci sta concedendo un fido o ci sta vendendo qualche derivato.

  1. Un tribunale europeo per le truffe finanziarie e per i paradisi fiscali.

Abbiamo una Europa che detta le misure delle zucchine ma che permette ad un certo Junker di sottrarre risorse finanziarie agli stessi paesi europei fornendo alle multinazionali domicili fiscali a bassissima fiscalità.

  1. Una banca pubblica di investimento italiana.

La Francia ha conservato il controllo pubblico sulle banche per il 40 per cento, la Germania ha più del 50 per cento di controllo pubblico sulle banche . L’ ltalia non ha più nessuna banca pubblica. Perché?

Potrebbe bastare come compitino per l’estate per il nostro governo.Tutto il resto, migrazione, armi in casa è pura fuffa.

                                                                                                               Mariano Leone

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here