Un autentico vulcano in eruzione, Benigni travolge il pubblico quasi esultando: “Non c’è più..non c’è più”. Il comico ha esordito come prevedibile, con la satira su Berlusconi definendo le ultime vicissitudini berlusconiane come le più belle dimissioni degli ultimi 150 anni.

Non mancano nemmeno le stoccate all’attuale premier Mario Monti, pur sottolineando che lui non farà come gli altri che in questi giorni hanno dimenticato Berlusconi, lui gli resterà sempre fedele, come all’arma dei Carabinieri. Ne ha per tutti “Il piccolo diavolo”, omaggia Pertini e il suo sacrificio per la Patria andando volontario in guerra, nonostante fosse un pacifista, ma ricorda anche il disegnatore foggiano Andrea Pazienza, scomparso presto dalla scena artistica, con una frase che da ieri rimbalza sui social network: “Non bisogna mai tornare indietro, nemmeno per prendere la rincorsa”. Poco importa se la suddetta pare sia opera di Che Guevara piuttosto che di Paz, il concetto è chiaro lo stesso, ed è arrivato a destinazione.

Fiorello ha avuto il suo gran ritorno, 4 puntate ricche di ospiti e di share. Certo un show facile se condito da tutti questi nomi, ma agli italiani, considerando gli ascolti, piace questa tv, come quella di Checco Zalone, che magari divide e fa satira amara, ma crea comunque discussioni intelligenti.

Valentina Piccoli

Per chi se lo fosse perso, ecco il video dell’esibizione di ieri sera di Roberto Benigni

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=vNANdCY7sM4#!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here