La Roma c’è ed è strepitosa. L’impresa non era impossibile e una volta realizzata pare troppo bella per essere vera. Ma il tabellone parla chiaro, Roma-Barcellona finisce 3-0. Dopo il risultato di 1-4 dell’andata qualcuno ha gridato al miracolo.

Si, perchè di questo si è trattato. Elemento indispensabile per sognare la remuntada giallo-rossa sarebbe stato un goal in avvio di partita a fare da apripista. Manco a dirlo è arrivato quasi subito dopo soli se minuti con un lancio di De Rossi, in battuta Edin Dzeko ed è goal.

I giallo-rossi schierati da Di Francesco con un 3-5-2 sulla carta, in realtà molto propositivo, con Patrik Schick al fianco di un gigantesco Dzeko. I due attaccanti della Roma si sono spartiti le occasioni da goal, dominando nel gioco aereo, mentre Messi si è accontentato dei calci piazzati, seppur con giochi di palla in qualche circostanza sotto porta davvero encomiabili. Ma non è stata serata per lui.

Dagli spogliatoi è riemersa una Roma indemoniata. Dzeko si è dimostrato inarrestabile. Con il ricorso al fallo da rigore di Gerard Piqué, e la battuta dall’aerea dal capitano De Rossi arriva il 2-0 al 58′. Tra gli spalti l’emozione di chi a quel punto ha iniziato davvero a credere che si potesse realizzare un sogno. Un crescendo trasmesso alla squadra e tangibile in campo.

Tra i pasticci di un insolita difesa del Barcellona e l’audacia della squadra giallo-rossa arriva il terzo goal per merito di un corner di Cengiz Ünder agganciato straordinariamente dal colpo di testa di Manolas. La folla a quel punto ci crede. Gli spalti in delirio, la gente che piangeva di gioia.

Ad otto minuti dalla fine lo scenario era l’Olimpico impazzito. sospeso tra il sogno e la paura di vederlo svanire sul più bello. Non svanisce, e così la Roma porta a casa un risultato straordinario, meritato e soprattutto che gli apre le porte alla semifinale della Champions League.

Chiamatelo come volete, un miracolo di fede, una lezione alla presunzione di chi ha creduto di essere più forte o più semplicemente una delle tante bellissime pagine del calcio.Stasera toccherà alla Juve misurarsi con un agguerrito Real Madrid. Anche qui si dovrà sperare nel miracolo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here