All’ indomani dell’1-1 della Juve contro il Torino si interrompe la striscia di 33 successi interni cosecutivi (record della Serie A, a livello europeo il primato resta quello del Barcellona: 39 vittorie messe in fila al Camp Nou dal febbraio 1958 al novembre 1960), ma non distoglie certo la Signora dal suo obiettivo primario.

Il pareggio in casa della Juve nel derby col Torino non sembra però preoccupare il tecnico Allegri che dichiara: “Punto importante che ci avvicina al nostro primo obiettivo, bravi ragazzi!”.  Anche Alex Sandro condividendo il suo pensiero dichiara: “Siamo abituati a vincere, è vero, ma ora abbiamo comunque un punto in più di prima, meglio che niente”.

Certo, Allegri avrebbe voluto vedere una Juve più assennata e meno frenetica e imprecisa, non soltanto sotto porta. Ma l’allenatore può comunque consolarsi con l’ennesima prova di forza e tenacia offerta da una squadra tra l’altro ampiamente rimaneggiata. Tutti d’ accordo sul fuoriclasse Higuain. L’abbraccio ricevuto da parte di Buffon, la dice lunga sull’importanza del gol realizzato da Gonzalo Higuain nel derby. Una rete che lo porta a un passo dal suo record assoluto di marcature in una stagione.

La Juve si gode l’ attaccante argentino, sempre più leader della squadra bianconera con i suoi gol (32 in questa stagione, già eguagliato il record di Del Piero e Trezeguet come miglior bomber bianconero del dopoguerra nella singola annata, il primato assoluto appartiene a Felice Borel, autore di 37 reti nel 1933-34) valgono ben 20 punti: 17 in campionato e 3 in Champions League.

Trofeo che il Pipita vuole alzare per la prima volta in carriera, vincendo anche il suo primo scudetto e la coppa Italia per realizzare il Triplete sognato dai tifosi. E pensare che l’estate scorsa, quando Higuain è arrivato alla Juventus, sui social si è scatenata l’ironia sul suo stato di forma, per via del peso non proprio irreprensibile. Se tanto ci dà tanto il valore di mercato del calciatore pensiamo appaghi appieno l’investimento dei 90 milioni di euro per il suo acquisto rivelatosi ben presto il più oneroso degli ultimi tempi per la squadra. In campo però Higuain sta dimostrando davvero tanto a dispetto di quanti, invece, non condividono il giudizio sul suo operato.

Nell’ambito della Champions League e come segnalato dal sito ufficiale della Juve, sarà olandese il team di arbitri designato per la sfida Juventus-Monaco, semifinale di ritorno di Champions League, in programma martedì 9 maggio alle 20.45. L’arbitro designato sarà l’esperto Björn Kuipers, alla 44ª direzione in carriera in Champions League, che ha già arbitrato i bianconeri in questa stagione nella gara casalinga dei gironi contro il Lione (pareggiata 1-1) e nel pari a reti bianche del ritorno dei quarti a Barcellona. Kuipers sarà coadiuvato dagli assistenti Sander Van Roekel ed Erwin Zeinstra. Quinto e sesto ufficiale di gara saranno Makkelie e Van Boekel. A bordo campo ci sarà invece il signor Mario Diks.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here