Sulla pagina web italiana dell’azienda è comparso, in alto a destra, un link (“Come vendere su Amazon”) che dà accesso al cosiddetto “Marketplace”: qui i rivenditori potranno trovare le istruzioni, le caratteristiche del servizio e i tariffari per il servizio di cui usufruiranno.

Per vendere su “Marketplace” è necessario inserire i propri prodotti su Amazon.it e spedirli fisicamente al magazzino dell’azienda. Attraverso il “Seller Central”, i venditori possono gestire ogni aspetto della transazione, fornire la descrizione dei prodotti, verificare ordini e pagamenti. L’abbonamento mensile costa 39 euro, cui bisogna aggiungere le percentuali da corrispondere ad Amazon: 15% sulla vendita di libri, dvd e cd; 7% sulle altre categorie merceologiche.

I prodotti messi in vendita (nuovi, usati o resettati) saranno visibili su tutti gli altri siti europei di Amazon, come Amazon.fr, Amazon.co.uk o Amazon.de. Il loro numero, stimato a oggi a 250mila, sarà destinato ad aumentare una volta dato l’ok per l’apertura di tutti gli altri settori commerciali presenti su Amazon.com.

«Siamo lieti di poter offrire ai nostri clienti una selezione così ampia, – dice Eric Broussard, vice presidente dell’International Seller Service di Amazon – i venditori sono un partner molto importante per raggiungere il nostro obiettivo di diventare l’azienda più attenta al cliente del mondo dove i nostri clienti possono trovare tutto quello che desiderano comprare».

Per assicurare, anche in questo caso, la qualità del servizio offerto, i metodi di pagamento sfrutteranno la Garanzia dalla A alla Z di Amazon e le spedizioni saranno effettuate attraverso il sistema proprio del sito, denominato “Logistica”: saranno, cioè, assicurate rapidità e certezza.

Alessandra Morgese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here