Nonostante la precisazione che l’e-book pubblicato da Phillip R. Greaves fosse un manuale di difesa per le vittime dei pedofili e di comportamento, le critiche per la presenza di tale volume elettronico sono state talmente forti e tante che la più grande libreria online mondiale ha preferito fare outing ed eliminare il volume digitale dai suoi scaffali virtuali.

La notte scorsa in un comunicato Amazon aveva ribadito che non avrebbe eliminato il titolo in questione poiché esso non violava i termini di servizio ma davanti al rischio di vedere boicottato il suo servizio di vendita online causando perdite di migliaia di clienti nei soli Stati Uniti ha portato la direzione ad eliminare il libro incriminato.

Amazon crede molto negli e-book e una tale pubblicità, con il rischio di vedere azzoppato prima del tempo il suo Kindle (il lettore e-book) per un libro sulla pedofilia deve aver indotto il colosso a togliere il titolo dalla disponibilità di acquisto. Addirittura la notizia che gli e-book costeranno il 30% in meno è passata in secondo piano a causa del volume incriminato. Il futuro è un libro digitale.

Francesco Cappello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here