Un incrocio uomo animale, un esperimento di laboratorio al confine tra scienza e mitologia. E’ quello fatto in California dove un gruppo di ricercatori ha creato un embrione ibrido uomo-pecora, con l’obiettivo di ottenere organi da far crescere negli animali per poi trapiantarli, evitando, stante la tesi, problemi di rigetto.

L’esperimento condotto ha sostanzialmente permesso di  riprogrammare una cellula umana e di trapiantarla in una pecora. Dopo 26 giorni si è interrotta la crescita del modello, che era rappresentato dalla stragrande maggioranza delle cellule, 10mila, da una pecora e da una risicata minoranza, 1 cellula, dall’uomo.

Ma non è la prima volta che si tentano esperimenti di questo calibro. In passato l’ibrido era stato ottenuto incrociando cellule umane a quelle di maiali. nella fattispecie la pecora è stata selezionata perchè presenta dimensioni di organi simili a quelle umane. La ricerca però è ancora in fase embrionale e presenta problemi non soltanto di natura etica. E’ comunque escluso ad ogni buon conto il rischio di veder crescere un modello per metà uomo e per metà pecora.

Quel che è certo è che ad oggi e ancora per un bel po’ la strada per aiutare chi necessita di un trapianto rimane la donazione di organi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here