Manovra e migranti, governo in 'rotta di collisione' con l'Ue

Manovra e migranti. Due i temi che stanno mettendo a dura prova il rapporto del governo con l’Unione Europea. A far crescere la tensione è stata la notizia di circa 40 stranieri sbarcati in Italia, andati poi in Germania, che ora Berlino vorrebbe far rientrare nel nostro Paese attraverso voli charter.

Immediata la reazione di Salvini che sui social ha tuonato: “Se qualcuno a Berlino o a Bruxelles, pensa di scaricare in Italia decine di immigrati con dei voli charter non autorizzati, sappia  che non ci sarà nessun aeroporto disponibile. Chiudiamo gli aeroporti come abbiamo chiuso i porti”.

Dure prese di posizione che hanno spinto il governo tedesco a gettare acqua sul fuoco facendo sapere che nei prossimi giorni non era stata pianificata alcuna partenza aerea per rimpatri in Italia.

Intanto sul fronte manovra arriva la prova dei mercati. Dopo la prima bocciatura di Bruxelles Di Maio attacca: “Giornali e Unione Europea vogliono far cadere il governo. Più fanno così più invece risulterà coeso”.”Va fermata la deriva assistenzialista e statalista”, avverte il vice Presidente di Forza Italia Antonio Tajani, che boccia senza se e senza ma il reddito di cittadinanza. Sul piede di guerra anche i sindacati che si dicono pronti alla mobilitazione.

In settimana la nota del Def arriverà alle Camere, poi il Testo verrà inviato a Bruxelles. Preoccupazioni arrivano anche dagli Industriali per le misure che potrebbero non avere l’efficacia desiderata. Dalla relazione tecnica al decreto fiscale emerge che l’incasso della rottamazione-ter inserita nella manovra sarà nel 2019 pari a 0, a causa del minor gettito riscossione e del ricalcolo delle rate della rottamazione già in corso.

1 commento

  1. Se paesi come la Germania tentano di riportare in Italia i “dublinati” (quanti?) perché giunti in Italia come primo Paese, come poi dar torto a Salvini quando vuole bloccare tutti gli arrivi?
    L’Europa di Juncker e di Tajani è lei ad essere in rotta di collisione con l’Italia. E accelera perché gli rimangono pochi mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here