Vienna, fumata nera al vertice. Bocciata la rotazione degli sbarchi nei porti

Ancora una fumata nera sui migranti dall’Europa. Il piano italiano per far ruotare i porti di sbarco illustrato dal Ministro della Difesa Elisabetta Trenta alla riunione di Vienna non è stato accolto dai partner europei. “MI sento delusa l’Europa non c’è, non è presente, ma sono fiduciosa”, ha dichiarato il ministro al termine dell”incontro.

Il possibile rinvio al vertice dei capi di Stato in programma il 20 settembre a Salisburgo, potrebbe spingere l’Italia a rompere con l’Italia sulla missione militare denominata ‘Sofia‘. “Si valuterà se continuare”, dicono i ministri Salvini e Trenta. E l’appello alla collaborazione arriva anche dal ministro degli esteri Moavero: “Chiediamo ancora la solidarietà dei paesi europei e speriamo che arrivi prima che sia troppo tardi”.

2 Commenti

  1. L’esperienza di questi anni insegna che il Europa-UE il termine “solidarietà” ha un significato solo economico: si è solidali solo in quanto si pagano le tasse all’UE, che saranno redistribuite come meglio pare alla Commissione. Magari per costruire migliaia di km di piste (d’oro) ciclabili in tutta Europa perché fa tanto smart anche se poco solidale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here