Il governo Lega-M5S non s’ha fare. Silvio Berlusconi sbarra la strada all’esecutivo politico con l’appoggio esterno degli azzurri.

“Dopo due mesi di tentativi di dar vota ad un governo di centro destra Forza Italia non può accettare nessun veto”, tuona Silvio Berlusconi. Era stato Giorgetti, capogruppo leghista a Montecitorio, a chiedere al leader di F.I. un passo di lato per far partire un esecutivo politico. Ipotesi rispedita al mittente e definita inaccettabile da Maria Stella Gelmini.

A chiudere definitivamente la partita arrivano le parole di Luigi Di Maio: “Ho smesso di sperare in una svolta della Lega”. L’unica ipotesi verosimile ora è l’esecutivo di tregua ipotizzato da Mattarella che nelle prossime ore potrebbe conferire l’incarico ad una terza figura. Governo questo però che difficilmente riuscirebbe ad ottenere la fiducia in Parlamento. A quel punto non resterebbe che tornare alle urne a Luglio o in autunno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here