Luigi Di Maio e Matteo Renzi
Luigi Di Maio e Matteo Renzi

Matteo Renzi rompe il silenzio dopo la sconfitta elettorale del 4 marzo e alle urne. In attesa dell’incontro direzionale al Pd di giovedì Renzi anticipa la tanto attesa ‘risposta’ all’appello dei 5 Stelle, e lo fa senza lasciar spazio all’immaginazione ed in modo inequivocabile.

«Tocca a chi ha vinto le elezioni governare, se ne è capace», tuona dagli schermi televisivi, ripetendo quel che il reggente Martina affermava fino a qualche tempo fa. Il Pd non può andare al governo, non possiamo rientrare dalla finestra». Poi si dice disponibile ad incontrare Di Maio in streaming, ma non voterebbe una fiducia al governo 5 Stelle, «piuttosto -dice- facciano una proposta di riforma costituzionale. Siamo disponibili a cambiare  insieme le regole».

La risposta di Di Maio non si fa attendere e preannuncia via facebook novità per oggi, «abbiamo avuto la prova che decide ancora tutto Renzi, col suo ego smisurato. Il Pd ha detto no ai temi per i cittadini e la pagheranno».

A questo giro Salvini resta alla finestra, mentre Berlusconi spinge per un esecutivo di centro destra, «siamo la coalizione che ha vinto le elezioni, l’unica soluzione è andare in aula con un governo di minoranza».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here