Sanremo, una FAKENEWS su Alena gira sul web. La 22enne non è morta

In queste ore sta circolando la fake news che riporta il decesso di Alena Sudokova, la 22enne tedesca che sta lottando tra la vita e la morte in un letto del reparto rianimazione dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, in provincia di Savona. La redazione del Q.I. ha contattato direttamente le forze dell’ordine che si stanno occupando delle indagini e che hanno smentito il decesso della giovane. A lei vanno i nostri migliori auguri.

——————————————–AGGIORNAMENTO————————————

E’ giunta al nosocomio con l’elicottero dei vigili del fuoco, dopo essere stata soccorsa esanime in fondo ad un dirupo alto più di 50 metri, a Capo Nero di Sanremo.

Alle 9 di mattina del 31 luglio scorso la ragazza era stata trovata dove pare sia rimasta immobile lì per ore, dai bagnini di una vicina piscina. L’ultima sua telefonata, al padre nella casa vacanza Sanremese, l’aveva fatta alle 4 dello stesso giorno, assicurando al genitore che sarebbe tornata a casa a breve. Ma così non è stato. Un testimone afferma di averla vista litigare, strattonata da Zied Yakoubi, un 32enne magrebino, risultato poi irregolare in Italia, con diversi precedenti, vicino al muretto che da sul dirupo.

Ora lo straniero, è in carcere a Sanremo con l’accusa di tentato omicidio. L’ipotesi più probabile è che, al culmine del diverbio, l’abbia spinta giù dalla scarpata. Anche lui la mattina dei soccorsi era malconcio ma non assolutamente nelle condizioni della ragazza che invece ha riportato la rottura del bacino, lesioni ovunque e un grave trauma cranico.

Il pm titolare delle indagini è il sostituto procuratore della Repubblica di Imperia, Barbara Bresci, che per ora ha elevato nei confronti del tunisino, che da qualche mese risiede nel centro storico sanremese, l’accusa di tentato omicidio. Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Bordighera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here