La Spezia, muore operaio schiacciato da una lastra in un cantiere navale

0
1013

Ancora incidenti sul lavoro. Una lista che tende drammaticamente ad allungarsi giorno dopo giorno. Dopo la tragedia a Monfalcone, dove qualche giorno fa ha perso la vita sotto un blocco di cemento un giovane di 19 anni e dopo l’incidente di domenica alle Acciaierie Venete di Padova, dove quattro lavoratori sono rimasti ustionati e tre di loro vertono ancora oggi in gravissime condizioni, l’ennesima tragedia.

Ieri un operaio di 54 anni, di origini croate è morto a La Spezia. Dipendente di una ditta trevigiana, stava lavorando in sub appalto all’ampliamento ad una banchina per un cantiere spezzino del Gruppo Antonini, che da più di 40 anni si occupa di realizzare impianti offshore per compagnie petrolifere.

L’uomo è stato colpito da una pesante lastra metallica che potrebbe essersi sganciata da una gru. Per questo è stata aperta un’inchiesta. Oggi sono stati indetti presidi davanti al cantiere ed i sindacati hanno proclamato uno sciopero di 8 ore per la giornata di domani.

Intanto sale a 259 il drammatico bilancio delle vittime dall’inizio dell’anno; numero a cui vanno aggiunti due decessi: un operatore ecologico rimasto schiacciato dal furgone dei rifiuti tamponato da un autobus ad Abano Terme nel Padovano e un sottufficiale dell’Aeronautica travolto da un mezzo militare, nella base di Gioia del Colle in provincia di Bari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here