La fuga del 55enne che sarebbe dovuto rientrare in carcere aveva iniziato a destare panico oltre i confini del bel Paese, ma l’identikit giunto velocemente al di là della frontiera ha funzionato e il malvivente è stato fermato dai francesi. Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, dopo aver appreso con soddisfazione la notizia, ha richiesto un approfondimento sul caso e ha dichiarato: «sia il magistrato di sorveglianza che il carcere di Genova erano a conoscenza dell’intero percorso giudiziario del detenuto, si tratta di un episodio gravissimo che richiede un accertamento molto rigoroso. Faremo chiarezza ed individueremo eventuali responsabilità». Per ora sarà disposto il trasferimento del direttore del carcere di Marassi presso il Provveditorato regionale per la Liguria dell’Amministrazione Penitenziaria

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here