A lanciare l’allarme erano stati gli stessi passeggeri, mediante telefoni satellitari. Il fatto che dallo stesso gommone fossero stati lanciati due s.o.s. aveva fatto poi pensare che ci fosse un terzo natante in difficoltà: l’ipotesi è stata poi smentita dalla Guardia Costiera durante le operazioni di soccorso. Sempre nella giornata di ieri, un’altra imbarcazione aveva chiesto l’intervento della Guardia Costiera italiana mentre si trovava ancora in acque libiche. Informate dunque le autorità del Paese nordafricano di provenienza, sul posto era stato inviato un pattugliatore per recuperare i migranti.

10 maggio 2013

Alessandra Morgese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here