La malattia è strettamente collegata alle scarse condizioni igieniche, alle zanzare infette del tipo Culex oltre che all’acqua contaminata. Gli insetti portatori dell’encefalite colpiscono nelle ore di buio o semibuio e la loro puntura è molto dolorosa. Esiste però un vaccino efficace, somministrato in situazione di profilassi a coloro che devono recarsi in queste zone, per turismo o lavoro.

Tuttavia questa è solo una delle molteplici malattie che affliggono l’Asia in generale, infatti endemiche sono ancora malaria, malattie diarroiche, poliomelite, rabbia, colera, leishmaniosi, febbre gialla senza dimenticare l’Aids, solo per citarne alcune. La maggior parte di esse deriva dalle zanzare, presenti in dose massiccia in India, tranne che a Delhi e Mumbai, eppure anche qui la possibilità di essere contagiati non è totalmente esclusa a causa del contatto con persone infette o l’assunzione di carne poco cotta di animali malati.

L’uso di repellenti, in modo cosciente, può essere d’aiuto per chi visita l’india, così come l’utilizzo di abiti chiari, per la popolazione stessa invece è tutto molto più complicato, far fronte a tutte queste malattie assieme alla povertà è un problema davvero insormontabile.

Valentina Piccoli

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here