Ma adesso cerchiamo di ricostruire l’accaduto. Il caso è stato scoperto circa un mese fa, grazie all’accusa di un ragazzo vittima di abusi fin da quando aveva 15 anni, a cui sono seguite le segnalazioni di altri giovani sempre della stessa chiesa e che avevano come unico protagonista Brent Girouex.

Costretto quindi a dare le sue spiegazioni, il pastore avrebbe ammesso di aver compiuto le molestie e  avrebbe persino spiegato che tramite il sesso orale cercava  “solo”  di curare i ragazzi che soffrivano di omosessualità. In sostanza voleva far raggiungere alle sue vittime la purezza:

“Quando eiaculano, scompaiono anche i cattivi pensieri dalla loro mente”, afferma il pastore.

E ancora, stando sempre ai suoi racconti, la sua prima vittima sarebbe  stata abusata sessualmente tra le venticinque e le cinquanta volte, mentre il ragazzo, che ora è diventato maggiorenne, ha parlato di un centinaio di incontri. Il pastore avrebbe inoltre affermato che le sue vittime avevano acconsentito agli atti sessuali, durante i quali era solito pregare in continuazione. Insomma, non ci sono davvero parole per descrive l’accaduto.

I ragazzi molestati sarebbero almeno sei. Ma secondo le carte della procura avrebbe cercato di “curare” sessualmente anche gli adulti, per esempio un 23enne che aveva problemi con la propria compagna e si era rivolto a lui per un aiutarlo.

Al momento  Girouex è stato liberato pagando una cauzione di oltre 30 mila dollari, ma rischia una pena severa dato che potrebbe ricevere cinque anni di prigione per vittima.

Elisabetta Paladini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here