Sono dell’idea che oggi l’età per diventare maggiorenni sia troppo alta rispetto alla maturità raggiunta dai giovani un conto è avere rapporti sessuali con una dodicenne, altro con una di 17 anni e 9 mesi che partecipa a concorsi di bellezza e balla nei night”, afferma Pecorella.

E da qui arriva immediata la risposta “riparatrice” di Fabrizio Cicchitto che dichiara: “L’ipotesi di abbassare la maggiore età è fra le questioni sul tavolo, ma non è la questione più urgente”. Sembrerebbe un invito, quello di Cicchitto, a non gettare altra legna nel fuoco.

Intanto dall’opposizione arrivano i primi segnali di dissenso verso una proposta che in questi giorni potrebbe apparire inopportuna, si parla già di Lodo Ruby ed il primo a replicare la proposta di Pecorella è il vice capogruppo dell’Idv alla Camera, Antonio Borghesi:

“No, per favore, anche il Lodo Ruby no, abbassare l’età maggiorenne nel pieno dello scandalo che ha travolto il premier sarebbe una vera porcata”.

Una proposta, quella di Pecorella, che sembrerebbe non essere avallata, sia perché potrebbe apparire come una legge ad personam, come afferma il capo gruppo Borghesi, sia perché non è certo il momento più adatto per affrontare questa tematica. Oggi la maggiore età in Italia è fissata per il 18° anno. Un risultato che si è ottenuto a seguito della legge n.39 dell’8 Marzo del 1975, in precedenza la soglia era a 21 anni. Ma vediamo cosa accade negli altri Paesi, sempre in merito alla maggiore età.

Molti Paesi fissano lo stesso tetto dell’Italia per la maggiore età (cioè 18 anni), e sono: Austria, Australia, Cina, Cile, Croazia, Inghilterra, Germania, Grecia, Francia, Olanda, Norvegia, Svizzera, Spagna, Portogallo, Tunisia, Stati Uniti d’America, tranne quattro stati, e molti altri. Sotto la soglia dei 18 anni abbiamo: a 9 anni (per le donne)  l’Iran; a 14 anni Samoa Americane e l’Isola di Man; a 15 anni l’Iran (per glim uomini); a 16 anni Scozia, Cuba e altri e tre paesi; infine a 17 anni nella Corea del Nord, Missouri (Usa), El Salvador e Tagikistan.

Angela G.Rubino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here