Una svolta radicale nella politica lombarda che ha portato così tutti gli assessori a essere “digitalizzati”, mentre il segretario deve possedere uno schermo multitouch dal quale gestire ciò che vuole far visualizzare sui singoli monitor.  Ogni assessore, inoltre, potrà apporre la propria firma digitale, un modo così di risparmiare tempo nell’approvazione di un atto.

La Regione Lombardia, inoltre, sarà online con i protocolli, l’archivio e il Bollettino Ufficiale, mentre la trasmissione degli atti avviene tramite la Posta Elettronica Certificata. Addio, dunque, a code negli uffici regionali, fotocopie e faldoni. Il presidente della Regione lombarda Roberto Formigoni è entusiasta di questa novità:

«Grazie al digitale sarà possibile ottenere un notevole risparmio dal punto di vista economico ma anche ambientale. Questo è l’inizio di un processo di semplificazione che la Regione Lombardia ha imposto a se stessa ma a vantaggio anche dei cittadini».

Infatti, «ogni cittadino – ha spiegato Formigoni – può entrare più facilmente in contatto diretto con la Regione e avere tutte le informazioni necessarie per conoscere le delibere e gli atti».

Vanna Ferrara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here