Fire and Fury, la risposta di Trump al libro
Fire and Fury, la risposta di Trump al libro

Trovarne una copia è ormai un’impresa, è andato letteralmente a ruba, sold out in poche ore. Il libro ‘Fire and Fury, inside the Trump White House‘, fuoco e furia nella Casa Bianca di Trump. Il giornalista americano Michael Wolff uscito ieri negli States. Un racconto imbarazzante basato su indiscrezioni che riguardano il Presidente e tutta la sua famiglia, molte di queste raccolte dall’ex consigliere Steve Bannon e poi donate a Wolff.

Un libro bomba diventato già fenomeno editoriale che Trump e il suo staff non sono riusciti a bloccare. Il Presidente è furioso, del resto il quadro che ne esce è impietoso. Alla Casa Bianca tutti nel suo entourage, anche la figlia Ivanka e il genero kushner, lo considerano un imbecille, un idiota, un bambino, che ha bisogno di gratificazione immediata.

Non usa mezzi termini Wollf parlando alla NBC, il libro svela retroscena inediti su Donald Trump e famiglia. Secondo Wollf Trump sperava di perdere le elezioni e quando realizzò di aver vinto impallidì paurosamente come un fantasma, mentre la moglie Melania scoppiò a piangere, evidentemente non per la gioia.

«Ho registrato le nostre chiacchierate senza sotterfugi», ha aggiunto Wolff a fronte delle smentite di Trump che parla ancora una volta di fake news e nella notte tuona con un tweet: «Mai parlato con Michael Wolff, il suo libro è pieno di bugie e false rappresentazioni e fonti che non esistono». Immediata la risposta di Wolff «certo che ho parlato col Presidente, che abbia capito che si trattava di un’intervista o meno però non lo so».In attesa di studiare le sue mosse Trump è partito per raggiungere il partito repubblicano per discutere delle priorità della legislatura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here