Manovra, l'aumento del deficit al 2,4% e gli umori italiani ed europei

Non è ancora ufficialmente all’ordine del giorno, ma nell’agenda del governo la manovra è ormai alle porte. Nella giornata di oggi è prevista una riunione interna alla Lega. Nella giornata di ieri si è tenuto il primo Consiglio dei Ministri dopo la pausa estiva ed entro il 27 settembre è previsto il passaggio intermedio della nota di aggiornamento al Def.

Ma sullo sforamento del tetto del deficit al 3% il vice Premier Salvini smentisce: “La legge di Bilancio sarà rispettosa delle regole impartite dall’Ue e allo stesso tempo farà pagare meno tasse agli italiani”. E poi tuona sui social a proposito dello sforamento di Francia e Spagna perpetrato per anni.

Flat tax, pensioni e reddito di cittadinanza, obiettivi onerosi che convivono con i paletti di Bruxelles e con le indicazioni del ministro dell’Economia Tria. Tutto questo mentre lo spread subisce un’impennata sino a raggiungere i 293 punti e Bruxelles attende un deficit allo 0,8% per il 2019. Secondo le ultime stime se la manovra contenesse tutte le promesse del contratto di governo ammonterebbe a 75mld.

3 Commenti

  1. A proposito di manovra economica: Rete4 “trasformata” si è messa di traverso. Stasera una sempre più petulante Barbara Palombelli ha riunito intorno a sé il solito Cazzola e altri sedicenti imprenditori delusi, ma guarda un po’, dal Decreto dignità e pronti – almeno dicono- a scendere in piazza contro la manovra. Non quella dei loro SUV. Ma hanno riesumato la Palombelli apposta?

  2. La Palombelli su Rete4 seguirà la parabola delle sorelle Parodi su Rai1. I tempi, non solo televisivi, sono cambiati

  3. Uno scettico è Cottavelli che stasera imbeccato a dovere da Barbara Palombelli su Rete4 ha dichiarato che flat-fax e reddito insieme costano troppo e che “potvemmo finive come la Gvecia”. E se Cottavelli non è d’accordo vuol dire che è la strada giusta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here