L'audizione odierna del procuratore di Arezzo Roberto Rossi in commissione parlamentare sulle crisi bancarie
L'audizione odierna del procuratore di Arezzo Roberto Rossi in commissione parlamentare sulle crisi bancarie

Le audizioni e le tensioni si susseguono a Palazzo San Macuto, sede della Commissione d’inchiesta sulle banche. E con l’intervento del procuratore di Arezzo, Roberto Rossi, la vigilanza della Banca d’Italia torna terreno di scontro. Bankitalia, spiega Rossi, avrebbe sostenuto fortemente l’aggregazione di Banca Etruria e Banca Popolare di Vicenza. Una scelta singolare secondo il procuratore, perché l’istituto veneto era già allora in difficoltà e sotto osservazione.

Via Nazionale finisce, dunque, nel mirino dopo lo scontro già aperto poco più di un mese fa dalla mozione Pd con cui si chiedeva un cambio di passo ai vertici. Per il Pd le parole di Rossi evidenziano la responsabilità di Bankitalia. MA fonti interne all’autorità smentiscono ogni interessamento. Non è mai stato sostenuto il matrimonio tra le due banche, si è chiesto solo ad Etruria di cercare un partner di elevato standing. Ma la scelta di quel partner era rimessa agli organi aziendali. Bankitalia si è limitata a puntualizzare che l’unica proposta ricevuta non era stata comunicata all’assemlblea che avrebbe dovuto decidere.

Nella parole del magistrato toscano, l’istituto Visco vede un preciso attacco politico, anche perché Rossi è stato consulente di Palazzo Chigi durante il governo Renzi. M5S non ci sta, perché se omessa vigilanza ci fu, ci furono anche conflitti di interesse. Il nome che torna è Pierluigi Boschi, ex vicepresidente dell’Istituto toscano, padre di Maria Elena, ex ministra del governo Renzi, oggi sottosegretaria alla presidenza del Consiglio. I 5 stelle hanno chiesto a più riprese che venga ascoltata dalla Commissione insieme con l’ex ad di Unicredit Federico Ghizzoni. Di certo a parlare a Palazzo San Macuto sarà il governatore di Banca d’Italia, Visco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here