Ha raggiunto un nuovo record sfondando per la prima volta la soglia dei 10mila dollari di controvalore. In sole 24 ore è salito del 10%. non si ferma la corsa dei Bitcoin, la moneta virtuale che viene scambiata nel cyberspazio, che ha toccato un nuovo massimo a 10.831 dollari. Solo un anno fa non raggiungeva i 700 dollari. Un valore puramente fittizio dato che la criptovaluta non ha nulla alle spalle a differenza della moneta di uno stato il cui valore è determinato dall’economia sottostante, dagli scambi commerciali e dalle scelte di investimento. Il motivo dell’inarrestabile impennata è sa ricercarsi nell’aumento degli acquirenti, privati e secondo alcune indiscrezioni anche fondi e istituzioni finanziarie.

Ma nella realtà sembra uno schema a piramide che va a vantaggio di chi per primo ha comprato. Il numero uno di J.P.Morgan li considera una frode. Qualcuno ha già parlato di una ‘grande bolla delle nostre vite’, mentre il Presidente della BCE, Draghi ha detto che il bitcoin ha un effetto limitato dell’economia e non rappresenta una minaccia immediata per il controllo sull’offerta di moneta da parte delle banche centrali.

Ne riconoscono il valore grandi giganti del settore come Goldman Sachs, e il numero uno di BitMEX, piattaforma per il trading di queste valute, afferma che il 2018 sarà l’anno in cui gli investitori istituzionali si getteranno a capo fitto sul mercato delle criptovalute e la loro legittimazione non farà che incrementarne il valore. Secondo le stime degli analisti in questo momento tutti i bitcoin in circolazione hanno un valore complessivo di 163mld di dollari e un bacino di 13mln di utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here